/ Solidarietà

Solidarietà | 10 aprile 2020, 12:53

Solidarietà albese arriva anche in Spagna: uova Kinder e prodotti Ferrero a oltre venti ospedali iberici

Nell’Albese intanto altre generose iniziative in vista della Pasqua. Dopo i sindaci scendono in campo i privati: pasticceria neivese dona 200 uova pasquali ai medici e infermieri del "San Lazzaro"

Il personale dell'ostetricia albese con le uova Kinder arrivate da Ferrero

Il personale dell'ostetricia albese con le uova Kinder arrivate da Ferrero

Partita nei giorni scorsi con la consegna dei primi bancali (gli ospedali di Vercelli, Mondovì, Asti e "Regina Margherita" di Torino tra i primi destinatari), oggi ha fatto tappa anche nella patria della multinazionale dolciaria l’iniziativa con la quale Ferrero Italia ha destinato 180 quintali di uova Gran Sorpresa Kinder a decine di strutture sanitarie nelle regioni italiane più colpite dall’emergenza Covid.   

Un modo di testimoniare vicinanza a quanti sono impegnati in prima linea nella battaglia contro questo insidioso nemico cui in questi giorni si sono affiancate le altrettanto meritorie iniziative assunte anche nella nostra zona da diverse amministrazioni comunali come da privati e aziende.

Nel primo novero, tra i diversi, i municipi di Monforte d’Alba, dove sindaco e protezione civile hanno distribuito uova pasquali a tutti i bambini del paese, o quello di Narzole, che ha invece fatto dono di una colomba pasquale ai cittadini con più di 70 anni e di un uovo di cioccolato ai bambini fino ai 15 anni, mentre tra quelle assunte dai privati da segnalare quella della pasticceria Curletti di Neive, laboratorio artigiano che ha donato la bellezza di 200 uova agli operatori sanitari dell’ospedale "San Lazzaro" di Alba.

Tornando alle uova Kinder, da segnalare come l’operazione di Ferrero abbia intanto varcato i confini nazionali. Analoga iniziativa è stata infatti assunta, ad esempio, in Spagna, dove la stampa ha dato conto delle donazioni fatte da Ferrero Ibérica per "supportare i professionisti in prima linea nella lotta e tutte le persone colpite da questa crisi che sta colpendo la nostra società nel suo insieme".

In particolare, Ferrero Ibérica ha messo a disposizione della Croce Rossa spagnola oltre 3.400 scatole, equivalenti a migliaia di unità di consumo, di prodotti quali Nutella, Mon Chéri, Kinder Surprise, Kinder Joy e Ferrero Rocher, mentre altre migliaia di scatole sono andate a 22 tra centri ospedalieri e "Salud Health Hotels" di Madrid, Barcellona e Maiorca. Insieme ad altre società, la controllata spagnola di Ferrero ha quindi aderito all'iniziativa "La Pascua de Chocolate", con l'obiettivo di consegnare uova di Pasqua e altri prodotti a tutti i bambini e al personale sanitario che frequentano i diversi centri ospedalieri di Madrid.

"Ferrero Ibérica – ha fatto sapere la società spagnola – ha il dovere di supportare i professionisti in prima linea nella lotta e tutte le persone colpite da questa crisi che sta colpendo la nostra società nel suo insieme e spera di poter contribuire a una rapida ripresa".

Ezio Massucco

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium