/ Attualità

Attualità | 15 aprile 2020, 17:37

Cuneo, conclusa la consegna delle mascherine chirurgiche a prezzi calmierati: in arrivo nuova fornitura da 20 mila pezzi

La notizia è stata data oggi (mercoledì 15 aprile) a seguito della riunione del Centro Operativo Comunale; avviato anche il progetto #iononpossorestareacasamia per chi non può trascorrere quarantena o isolamento in casa

Foto generica

Foto generica

Si è conclusa la riunione odierna del Centro Operativo Comunale. Questa mattina è stata completata la consegna di ulteriori 5.000 mascherine di tipo chirurgico alle farmacie e si sta definendo una nuova fornitura da 20.000 pezzi che, in base all’accordo raggiunto con l’Ordine dei Farmacisti e l’Associazione dei titolari di farmacie, dovrebbero essere nuovamente vendute nei prossimi giorni a prezzo calmieratonelle 19 farmacie (comunali e private) dell’altipiano e delle frazioni. 

A tal proposito si ricorda che l’Ordinanza Regionale del 13 aprile, oltre a ribadire le misure restrittive contenute nel precedente provvedimento e sottolineare che a fare la spesa si possa recare una sola persona per nucleo famigliare, raccomanda l’utilizzo della mascherina per accedere alle attività commerciali al chiuso e all’aperto (mercati) e sui mezzi di trasporto.

Da ieri, in collaborazione con il Consorzio Socio Assistenziale del Cuneese, è stato avviato il progetto “C’è un posto per…. #iononpossorestareacasamia”. Il programma mira a dare una risposta alle persone che devono svolgere un periodo di quarantena (perché positive al test Covid 19) o di isolamento fiduciario (perché entrate in contatto con una persona con tampone positivo al Covid 19 con o senza sintomatologia), ma non hanno la possibilità di rimanere al proprio domicilio a causa della presenza, nella stessa abitazione, di persone “fragili” come anziani, bambini, pazienti oncologici, ecc. Il progetto mette a disposizione di queste persone una soluzione abitativa temporanea presso l’Hotel Ligure di Cuneo, che ha risposto alla ricerca avviata dal Consorzio e dal Comune, mettendo a disposizione la sua struttura. Agli ospiti sarà assicurata assistenza da parte di personale sanitario, socio-assistenziale, educativo e psicologico, e servizi di consegna pasti e lavanderia.

Il Consorzio riceverà dagli enti del territorio (Aso Santa Croce, Asl, Servizi territoriali del Consorzio, Comuni del Consorzio, Prefettura, ecc.), le segnalazioni sugli ospiti per cui valutare l’accoglienza e coordinerà le operazioni di inserimento e accompagnamento agli ospiti durante tutto il periodo di permanenza. 

Continua anche la raccolta delle domande per i Buoni Spesa (per informazioni: tel. 0171-444.700, attivo dal lunedì al giovedì dalle 8.30 alle 17 e il venerdì dalle 8.30 alle 12.30). Da domani mattina partirà la consegna a domicilio dei Buoni relativi alle domande presentate in questi ultimi due giorni. Tra le tante richieste, si segnalano alcune famiglie che, rivalutata la propria situazione, hanno deciso di restituire il contributo e metterlo a disposizione di persone più bisognose. 

Un segnale della grande solidarietà che questa emergenza sanitaria sta facendo emergere nella nostra Città. Chi volesse contribuire ad aiutare le tante famiglie cuneesi che in questi giorni si stanno trovando in difficoltà nell’acquistare beni di prima necessità come cibo e farmaci, può farlo mediante bonifico bancario sul conto corrente intestato al Comune di Cuneo, IBAN: IT 22 P 03111 10201 0 0000 0032346, indicando la causale: “COVID-19 Solidarietà alimentare e Codice Fiscale”.

comunicato stampa

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium