/ Eventi

Eventi | 18 aprile 2020, 07:32

#IoRestoaCasa: cosa fare questo fine settimana a meno di 200 metri da casa

Arte, cultura, fotografia, scrittura, lettura, favole per i bimbi: tutti a casa sabato 18 e domenica 19 aprile nel rispetto rigoroso delle ordinanze

Immagine di repertorio - Pixabay

Immagine di repertorio - Pixabay

Partecipare a contest, concorsi o quiz


Per i fortunati che abitano nel Roero l’Ecomuseo delle Rocche ha ideato il contest fotografico

#PRIMAVERA IN #QUARANTENA nel #ROERO. Ecco cosa bisogna fare: scattare le immagini della primavera che si riescono a cogliere nel giardino di casa, dalla finestra o nei dintorni di 200 mt dal proprio domicilio. Inviare la foto su Facebook con Messenger alla pagina Ecomuseo delle Rocche del Roero o all'indirizzo ecomuseodellerocche@gmail.com, possibilmente indicando il soggetto della foto e il paese del Roero in cui è stato fotografato, e verrà diffusa sui canali social per rallegrare tutti con le immagini della natura che si risveglia ed esplode nel Roero.
Usare l'hashtag: #PrimaveraInQuarantenaRoero. Info: www.ecomuseodellerocche.it


A Savigliano prosegue fino al 19 aprile la Caccia al tesoro tra le meraviglie della città attraverso un tour virtuale, comodamente da casa, per scoprire il patrimonio culturale ed artistico del territorio:
dal sito www.visitsavigliano.it si può “passeggiare” per le vie ed “entrare” nei principali siti artistici delle città di Savigliano, Genola, Marene e Monasterolo di Savigliano.

La Fondazione Cassa di Risparmio di Savigliano, d’intesa con l’assessorato cultura della Città di Savigliano, lancia una caccia al tesoro virtuale: chi conosce le bellezze e le curiosità del territorio potrà provare a rispondere ad un questionario dalle ore 9 di sabato 11 alle ore 23.59 di domenica 19 aprile. In palio ci sono 5 biciclette “targate Fondazione CRS” e 20 buoni ingresso per il Museo Civico e il Museo Ferroviario per i primi che risponderanno correttamente a tutte le domande.

Info e regolamento: https://www.visitsavigliano.it/caccia-al-tesoro

Anche se non si vuole partecipare al concorso è consigliabile dedicare tempo al sito perché ha belle immagini ed ogni luogo d’interesse viene descritto con dovizia di particolari e curiosità.


La delegazione Fai di Saluzzo mette a disposizione alcune proposte artistiche attraverso internet e i canali della comunicazione sociale. Attraverso il canale Facebook è da rivedere la gita di Pasquetta virtuale alla cappella di San Ponzio a Castellar. La scelta è capitata su uno degli edifici storici tra i più preziosi e rappresentativi dell’architettura romanica del nostro territorio. Come ha spiegato il professor Marco Piccat nel video, la cappella conserva un importante ciclo di affreschi, a firma del pittore Pietro di Saluzzo, che vengono fatti risalire al periodo compreso tra il 1450 e 1460. La visita guidata virtuale rappresenta il primo di una serie di appuntamenti che saranno proposti dalla delegazione Fai di Saluzzo ogni domenica e giornata festiva.

Da seguire su: www.facebook.com/Delegazione-FAI-Saluzzo


A Castellar in questo periodo si celebra l’annuale Festa degli Spaventapasseri, ma quest’anno la Fondazione Bertoni informa che sarà annullata, ma tutti sono invitati a costruire il proprio Spaventapasseri e inviare la foto al seguente indirizzo mail: spaventapassericastellar@gmail.com

Tutto il materiale verrà raccolto per creare un percorso di visita virtuale online.

Scade il 25 aprile. Info: www.fondazionebertoni.it


La Collina degli Elfi di Govone ha ideato il concorso #Lacollinaacasatua per occupare queste lunghe giornate. Via e-mail si possono ricevere spunti preziosi e interessanti per vivere con passione la quotidianità, creando oggetti di bricolage, che si potranno postare sui social taggando @LaCollinaDegliElfi. Info: www.lacollinadeglielfi.it


L’associazione Amici Alta Valle Pesio ha organizzato un concorso in quattro categorie: disegno (anche dedicato ai bambini), fotografia, racconto breve e video per ricordare e sognare i luoghi belli della valle o per divertirsi realizzando un video con le limitazioni del momento. A tutti i partecipanti sarà consegnato un premio e i vincitori, invece, riceveranno un buono spendibile in valle. Per informazioni, per leggere il regolamento e per partecipare al concorso basta cliccare sul link: https:// bloginzona.wordpress. com/2020/04/01/ass-amici-unconcorso-libero-a-tutti-e-4-categorie-dove-dar-sfogo-allapropria-creativita/. Scade il 30 aprile.

Per tutti gli appassionati di lingua occitana in questo momento di emergenza, l’associazione culturale Espaci Occitan propone una sessione straordinaria di corsi gratuiti di lingua e cultura occitana alpina on line. Saranno tenuti dal direttore scientifico che nelle vesti di “tutor” seguirà i corsisti che potranno partecipare nei tempi a loro più congeniali, dal loro pc, tablet o smartphone, utilizzando una piattaforma aperta 24 ore su 24 per tutto il mese di aprile. L’occitano alpino impiegato dai materiali dei corsi sarà quello meridionale (valli del Cuneese), ma ciascuno potrà partecipare con la propria varietà. Per iscriversi: corsioccitano@gmail.com, con nome e cognome, luogo e data di nascita, residenza, numero di telefono, e-mail, livello cui ci si iscrive.

Info: www.espaci-occitan.org


Dal Centro Studi "Beppe Fenoglio" di Alba viene anticipata l’iniziativa con la quale ormai da anni la capitale delle Langhe celebra lo scrittore che con la sua opera ha reso immortale il racconto del sacrificio delle nostre colline nella lotta di Liberazione dall’occupazione nazifascista.
L’invito del Centro Studi è quello di scegliere un passaggio, una pagina, una frase, pochi minuti di video in cui ognuno legga ad alta voce Beppe Fenoglio. In questo modo le pagine Facebook del centro culturale si riempiranno di bellezza e Resistenza. Scegliere il passaggio che si ama di più, riprendersi con lo smartphone e caricare il video su Facebook taggando il @centrobeppefenoglio (la pagina del Centro Studi) e utilizzando gli hashtag #maratonafenogliana #BeppeFenoglio #laculturacura #laculturanonsiferma #Alba #LangheMonferratoRoero"

Info: www.facebook.com/CentroBeppeFenoglio


A Coumboscuro torna il concorso “Uno terro, uno lengo, uno pople 2020” che ha la finalità di promuovere la lingua provenzale alpina nelle scuole; da una recente inchiesta emerge che sono pochissimi i bambini e ragazzi che conoscono questa lingua.

Il Premio TLP 2020 è rivolto ai ragazzi delle scuole, il bando specifica che il tema è libero, non è richiesta tassa di iscrizione, non ci sono limiti di età, scuole o gruppi possono presentare elaborati d’insieme. Gli autori di ogni nazionalità, sono ammessi più elaborati per autore, si accetta ogni tipo di variante “a nosto modo” provenzale e francoprovenzale con traduzione in italiano o francese, è ammessa ogni tipo di grafia, capace di trascrivere con chiarezza ed efficacia le peculiarità di ogni variante locale. Il concorso è suddiviso in sezioni: poesia, prosa, musica e parole, film, arti figurative e fotografia. Due le categorie: bambini e ragazzi fino a 15 anni e oltre i 15 anni.

Le composizioni letterarie possono essere inviate sotto forma cartacea o documento elettronico, mentre per le sezioni “musica e parole” e “video” inviare le opere su supporti: file, MP3, CD, DVD, VHS, formati professionali. La scadenza è fissata per il 15 giugno 2020.

Leggere il bando su: www.facebook.com/coumboscuro.centreprouvencal


Scrivere Altrove è un concorso nazionale per opere, scritte e visive, sui temi delle migrazioni, della convivenza comunitaria e della cittadinanza promosso dalla Fondazione Nuto Revelli onlus.

Il concorso promuove l’espressione dei temi indicati attraverso la memoria, la testimonianza, il racconto, l’immaginazione e la creatività, l’impronta del vissuto personale o collettivo ed è suddiviso in tre sezioni riservate ai migranti, ai detenuti e agli italiani sul tema delle emigrazioni.
L’ iscrizione è gratuita.

La partecipazione potrà essere individuale o di gruppo con la presentazione di una sola opera scritta inedita (racconto o poesia, reportage, articolo, intervista, testimonianza, memoria) e/o di un’opera visiva inedita (fotografia, dipinto, disegno, fumetto, vignetta, scultura, video).
Le opere dovranno pervenire all’organizzazione del concorso entro il 31 agosto. Regolamento e modulo di iscrizione sono su: www.nutorevelli.org


Si è già parlato della Biblioteca Digitale: anche la biblioteca Giovanni Ferrero di Alba amplia l’offerta mettendola a disposizione anche ai non tesserati. Basterà scrivere una e-mail all’indirizzo di posta elettronica prestito@comune.alba.cn.it e indicare il proprio nome, cognome e codice fiscale. La biblioteca provvederà a inviare le credenziali d’accesso. Cresce da due a tre al mese il numero di volumi che possono essere presi in prestito con richiesta attraverso Internet. L’iscrizione gratuita avrà validità per tutto il periodo in cui la biblioteca resterà chiusa, poi i nuovi utenti saranno invitati ad aderire secondo le modalità tradizionali.


L’associazione culturale cuneese Progetto Har propone per questo periodo progetti e azioni collettive. C’è tempo fino al 3 maggio per partecipare al concorso fotografico “Un giorno dopo l’altro” dedicato a tutti coloro che amano la fotografia e pensato per raccontare le giornate di quarantena tra la quotidianità, le eventuali difficoltà, le cose belle e simpatiche che possono succedere. Si possono inviare ino a due immagini al giorno (indicando nome, cognome, data ed eventuale titolo) alla mail info@ progettohar.it se realizzate con macchina fotografica o tramite WhatsApp. Tutte le immagini verranno poi proiettate e votate in una serata organizzata dal collettivo. Il settore lettura/scrittura di Progetto Har ha parallelamente lanciato ai propri affiliati la proposta “Decamer-Har”, per la realizzazione e la messa in rete di recensioni online di libri i più vari. Info: www.progettohar.it.


Dal 9 marzo, fino a data da destinarsi, sulla pagina Facebook e sul profilo Instagram dell’associazione Turismo in Langa è possibile leggere aneddoti e post dedicati ai borghi della Langa e del Roero. I post verranno pubblicati ogni giorno sui canali social dell’associazione e sarà possibile visualizzarli tutti sul sito www.turismoinlanga.it

Disponibile online, sul canale Youtube del muBatt - Museo della battaglia di Ceresole d’Alba, un nuovo video realizzato per scoprire gli aspetti più curiosi della Battaglia del 1544 e per ammirare i paesaggi di Ceresole d’Alba.


Per i più piccoli

La Fabbrica dei Suoni di Venasca ha deciso di elaborare dei contenuti per la didattica a distanza e optato per la conversione video di alcune attività inizialmente previste in presenza proponendo
modalità alternative tramite video interattivi. A seguito delle disposizioni nazionali e regionali vigenti è nata l’idea di video attività suddivise per due fasce d’età e realizzate dagli operatori musicali della Cooperativa. Sul sito www.lafabbricadeisuoni.it, inoltre, è stata creata un’area virtuale dedicata, denominata “FdSPlus” (graficamente FdS+), dove verranno pubblicati video di giochi e attività musicali, da realizzare anche a casa, da soli o in compagnia, per imparare con la musica o anche solo per divertirsi a giocare con i suoni. Ogni video sarà accompagnato da schede didattiche scaricabili, con gli obiettivi e il pensiero che sta dietro a ogni attività, a disposizione gratuita di genitori e insegnanti. Info: www.lafabbricadeisuoni.it


La Compagnia Il Melarancio ha lanciato l’iniziativa “Fiabe e racconti #IORESTOACASA": ogni giorno uno della compagnia legge per i grandi e i piccoli, una storia, una fiaba, un racconto, lo stralcio di un libro. Basta visitare la pagina: www.facebook.com/compagnia.ilmelarancio


Prosegue Favole a Casa, la bella iniziativa di Fata Zucchina che legge e commenta racconti, una sorta di "favole psicologiche" che aiutano in questo momento difficile.

La casa diventa un regno di possibilità con #favoleacasa dove Fata Zucchina leggerà un racconto per assimilare assieme un messaggio al giorno. Segui la Fata Zucchina su www.targatocn.it


La compagnia Teatro Selvatico ha deciso di pensare ai bambini lanciando l’iniziativa “Le fiabe di Ostara” che da fine marzo conducono i più piccoli alla scoperta della magia del bosco, per mostrare loro la purezza della natura e per accompagnarli con delicatezza alla scoperta delle proprie emozioni. Le fiabe sono tratte da culture antiche e mitologie del mondo, ciascuna storia racchiude preziosi insegnamenti capaci di far riflettere e sognare. Ogni racconto si conclude poi con una domanda a cui i bimbi possono rispondere interagendo con gli operatori teatrali. Le storie possono essere viste ed ascoltate il martedì, giovedì e sabato alle 10 con replica alle 17 cercando il link sulla pagina Facebook Teatro Selvatico o sul sito www.teatroselvatico.it

L’Associazione culturale Il cerchio e le gocce ha ideato il progetto #Coloravirus coinvolgendo illustratori e autori affermati per riempire di creatività il periodo di permanenza a casa stampando e colorando i disegni, offrendo un po’ di evasione nel mondo dell’arte e tingere di bellezza la quotidianità in un modo accessibile a grandi e piccini. Da ogni disegno nasceranno tante varianti quante saranno le sensibilità che andranno a personalizzarlo. È possibile colorare con ogni strumento a disposizione: pastelli, evidenziatori, biro, pennarelli, acquerelli e qualsiasi materiale o tecnica si voglia sperimentare. Per scaricare il libro basta collegarsi al sito www.ilcerchioelegocce.com, stampare l’opera che si preferisce e colorarla.

Vedere anche www.facebook.com/ilcerchioelegocce


A Cherasco, don Silvio Mantelli, sacerdote salesiano, noto con lo pseudonimo di Mago Sales e fondatore Museo della Magia, per #iorestoacasa propone un concorso di disegno per bambini che sono invitati a leggere il racconto “Luigino e l’orco” e a realizzare un disegno dal tema: contro l’orco nero io leggo - la lettura mi mette le ali per sconfiggere la paura. La bella iniziativa è aperta a tutti i bambini di età compresa tra i 3 e i 10 anni, con la suddivisione in due categorie: età compresa tra 3 e 6 anni e età compresa tra 7 e 10 anni. Ogni bambino può partecipare con un solo disegno che potrà essere realizzato con qualsiasi tecnica (pastello, acquerello, tempera...) ma assolutamente a mano libera. La consegna ha come scadenza il 25 aprile, ma potrebbe essere prorogata. La partecipazione è gratuita. Vedi la pagina Facebook del museo per altre informazioni.

Il racconto di “Luigino e l’orco” e il regolamento del concorso sono pubblicati sul sito del museo: www.museodellamagia.it/it/998-il-concorso-io-leggo-e-poi-disegno-per-combattere-l-orco-nero-regolamento


Bruna Aimar

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium