/ Solidarietà

Solidarietà | 18 aprile 2020, 14:36

"Il contagio del dono": 300 mascherine alla casa di riposo di Bernezzo e Cervasca

Riceviamo e pubblichiamo da Daniele e Krissy. "Sono anche e proprio gli anziani che ci insegnano con i loro silenzi, con i loro sguardi spesso smarriti che la vera inabilità è quando non si sa più pensare a chi è più solo di noi, a chi sta peggio di noi, a chi davvero soffre e ci si chiude nei propri egoismi"

"Il contagio del dono": 300 mascherine alla casa di riposo di Bernezzo e Cervasca

Il buon esempio è contagioso, e questo tipo di contagio luminoso e altruista c'è da augurarsi che sia capillare quanto quell'altro tipo di contagio che al contrario ci spaventa e che gesti simili contrastano con forza e con speranza.

"Distanti, ma uniti, e ci sentiremo tutti meno perdenti se potremo sentirci utili attraverso un piccolo gesto".

Questa frase letta ieri su questo giornale ha spinto anche una famiglia di San Bernardo di Cervasca ad attivarsi per donare altre mascherine alle Case di riposo chesono sul loro territorio comunale.

In questi giorni di distanziamento sociale a patirne siamo tutti, chiaro, ma ancor più lo patiscono i nostri anziani, già di per sè più emarginati dalla vita di quel che possiamo esserlo noi, donne e uomini ancora attivi nella società. Questa pandemia ci obbliga, ciascuno individualmente, a riflettere su che cosa significhi sentirsi in fondo non più indispensabili, perché a quanto vediamo, il giorno e la notte si alternano pur senza la nostra frenesia quotidiana.

Krissy e Daniele sono stati colpiti dal gesto che ieri altri giovani come loro hanno compiuto proprio in favore degli anziani, fragili e forti allo stesso tempo. Sono anche e proprio gli anziani che ci insegnano con i loro silenzi, con i loro sguardi spesso smarriti che la vera inabilità è quando non si sa più pensare a chi è più solo di noi, a chi sta peggio di noi, a chi davvero soffre e ci si chiude nei propri egoismi.

Col cuore, dunque, questa giovane famiglia ha voluto copiare quello stesso gesto coMpiuto IN paesi limitrofi della valle Grana, un gesto piccolo e significativo, tenero e carico di significati grandi, foriero di speranza per tutti, traducendo concretamente quel che non sempre e non per tutti è così scontato: mettere l'altro al centro del nostro interesse, riconoscenti ai vecchi che nel tempo hanno trasmesso valori di reciprocità e gratuità.

Così recita il biglietto che accompagna la donazione di Krissy e Daniele: "Oggi voglio pensare che grazie all'amore di ognuno di noi verso il prossimo, rispettando tutte le regole, questo ci farà uscire presto da questa situazione.

Un pensiero da Daniele e Krissy per la casa Don Dalmasso di Bernezzo e per la Residenza per Anziani di Cervasca

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium