/ Politica

Politica | 20 aprile 2020, 15:01

Elezioni amministrative: si voterà tra metà settembre e prima di Natale

Il Consiglio dei Ministri ha deciso ufficialmente il rinvio della tornata amministrativa di fine maggio che nel Cuneese interessa 18 Comuni. Slitta ancora anche il voto in Liguria

Foto generica

Foto generica

Il Consiglio dei Ministri ha deciso lo slittamento delle consultazioni amministrative. La finestra elettorale andrà dalla metà del mese di settembre al mese di dicembre, con probabile election day rispetto al referendum sul taglio dei parlamentari.

Per le Regioni chiamate a rinnovare le proprie Giunte e i propri Consigli regionali, tra cui la vicina Liguria, non sarà dunque possibile andare al voto a luglio come prevedeva una delle ipotesi in campo. Il mandato delle giunte Regionali a statuto ordinario, Liguria, Veneto, Toscana, Marche, Campania e Puglia, in scadenza il 31 luglio, era già stato prorogato qualche settimana fa ed ora slitta ulteriormente.

Le giunte, sia quelle regionali che quelle comunali, saranno comunque operative nella pienezza dei loro poteri.

Sono 18 i Comuni del Cuneese che avrebbero dovuto tornare alle urne in tarda primavera per eleggere il sindaco e rinnovare i rispettivi Consigli comunali: Aisone, Benevello, Briga Alta, Caprauna, Carrù, Castiglione Tinella, Cortemilia, Costigliole Saluzzo, Diano d’Alba, Morozzo, Narzole, Peveragno, Priero, Roaschia, Rossana, Santo Stefano Belbo, Treiso e Vicoforte.

Una settantina complessivamente Comuni del Piemonte con quattro centri oltre i 15 mila abitanti in cui è previsto il turno di ballottaggio: Moncalieri, Venaria Reale, Alpignano (in provincia di Torino) e Valenza (in provincia di Alessandria).

GpT

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium