/ Curiosità

Curiosità | 22 aprile 2020, 13:29

Coronavirus, le mascherine artistiche del bovesano Gec per i senzatetto torinesi di Porta Susa, Piazza Statuto e San Donato

L'artista cuneese e torinese “d'adozione”, le ha distribuite in questi giorni a chi dorme in strada: “Un oggetto creato con finalità sociali che ci aiuterà a fissare nella memoria questo periodo storico”

Coronavirus, le mascherine artistiche del bovesano Gec per i senzatetto torinesi di Porta Susa, Piazza Statuto e San Donato

L'arte può assumere un valore ancora più potente quando “fa bene” agli altri, soprattutto in un periodo storico come quello che stiamo affrontando durante l'emergenza coronavirus: è il caso, questo, delle mascherine realizzate dall'artista bovesano Gec, distribuite in questi giorni ai senzatetto di Porta Susa vecchia, Piazza Statuto e nel quartiere San Donato a Torino.

Le mascherine, pezzi unici cuciti e dipinti a mano con tecnica stencil, numerati e a tiratura limitata, sono anche disponibili per il pubblico: “La mia intenzione – spiega Gec – era quella di creare una sorta di feticcio in grado di fissare nella memoria questo particolare momento storico e che potesse avere, allo stesso tempo, anche una finalità sociale: il ricavato, infatti, va totalmente a finanziare la produzione solidale; dopo questa prima fase di distribuzione ce ne sarà un'altra, molto probabilmente in Corso Ciriè e Corso Regina Margherita”.

L'idea potrebbe presto evolversi in un progetto fotografico: “Mi piacerebbe – conclude – poter realizzare alcuni ritratti di chi accetta le mascherine ma sto trovando qualche difficoltà: al momento, su una trentina di pezzi distribuiti, soltanto una persona ha accettato di farsi immortalare”.

 

Marco Berton

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium