/ Economia

Economia | 23 aprile 2020, 07:25

È tempo di piscina! Meglio la interrata o la fuori-terra? Pro e contro

Se un tempo la piscina era quella in cemento interrata, costosa e per la quale servivano opere edilizie e di scavo, oggi oltre a questa tipologia ce ne sono anche tante altre, come i modelli fuori terra

È tempo di piscina! Meglio la interrata o la fuori-terra? Pro e contro

I fiori sono sbocciati, le temperature si sono alzate e sono in tanti ad iniziare a pensare a comprare una bella piscina per il giardino. Il panorama che ci si trova di fronte dal momento che si intende occuparsi della piscina però è molto variegato attualmente. Se un tempo la piscina era quella in cemento interrata, costosa e per la quale servivano opere edilizie e di scavo, oggi oltre a questa tipologia ce ne sono anche tante altre, come i modelli fuori terra.

Oggi come oggi parliamo in tutti i casi di prodotti di qualità che consentono di godere egualmente di un bel bagno rinfrescante quando fa caldo e di rilassarsi senza dover necessariamente uscire di casa. Come scegliere fra le piscine fuori terra e quelle più tradizionali interrate? I dubbi, specialmente sulla prima tipologia che è così economica e apparentemente pratica sono tanti, eppure si tratta davvero di un prodotto rivoluzionario capace di eguagliare la piscina di cemento. Quali sono le sue caratteristiche, i vantaggi e gli svantaggi di questo modello? Scopriamolo insieme.

Le piscine fuori terra

Le tipologie di piscine per giardino fuori terra sono oggi tantissime: cambiano le dimensioni, cambiano le forme ed i materiali (ce ne sono in legno, in pvc, in acciaio). Ecco perché si possono installare davvero un po’ ovunque vi sia un po’ di spazio libero. Il grande vantaggio di questo genere di prodotto è che non c’è bisogno di fare scavi e nemmeno di usare il cemento: basta livellare il terreno se in pendenza e posizionare la propria piscina sulla superficie, che appoggerà su uno strato apposito per permetterle di resistere a irregolarità del terreno.

Il sistema con la pompa di filtraggio e il filtro consentiranno di non dover fare tanta manutenzione alla piscina, godendosela senza grande fatica. La piscina può essere lasciata fuori d’inverno, ma anche essere smontata per essere messa via per la bella stagione dell’anno successivo. Il vantaggio della piscina fuori terra, indipendentemente dal materiale di cui è fatta, è di costare molto meno di una piscina tradizionale pur offrendo in sostanza le medesime prestazioni.

Pro e contro della piscina fuori terra

I vantaggi di scegliere una piscina fuori terra per il proprio giardino o terrazzo sono evidenti. Innanzitutto grazie a questo prodotto è possibile installare una piscina anche dove non si potrebbero fare scavi, come in terrazzo, in primis o dove per usare il cemento occorrono concessioni edilizie. La struttura infatti non è permanente, quindi la si può installare senza problemi praticamente sempre.

La piscina di questo tipo è normalmente economica e quindi chiunque può avere una piscina, pur senza dover investire molto budget. La piscina fuori terra è sicura e permette di godere di uno specchio d’acqua a casa propria senza grande impegno sia nell’acquisto che nell’installazione e nella gestione. Esteticamente le piscine fuori terra sono oggi molto gradevoli e, specie quelle in legno, possono davvero abbellire e arricchire l’ambiente. La piscina interrata può essere completata, come una piscina di cemento, con i vari accessori per godersela al meglio: la scaletta, il trampolino, lo scivolo.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium