/ Al Direttore

Al Direttore | 04 maggio 2020, 19:07

"Deludenti le dichiarazioni di Conte sulla patrimoniale: serve per finanziare il reddito di quarantena"

Riceviamo e pubblichiamo la lettera della sezione cuneese di Rifondazione Comunista

Foto generica

Foto generica

Gentile Direttore,

molto deludenti le dichiarazioni del Presidente del Consiglio sulla patrimoniale. Conte come il PD e il M5S non si discosta dal centrodestra nel demonizzare una misura che da anni sarebbe indispensabile nel nostro paese.


Occorre invece una tassa sui grandi patrimoni per finanziare un vero “reddito di quarantena” generalizzato, per chi è rimasto senza lavoro e quindi senza reddito, visto che anche nella nostra regione il numero di poveri già in questi due mesi è aumentato a livello esponenziale, ed il cosiddetto “reddito di emergenza” è un palliativo, e verrà erogato molto più avanti.


Escludere la patrimoniale come ha fatto Conte non è una scelta giusta e popolare. Significa per l'ennesima volta che i costi della crisi ricadranno sulla maggioranza della popolazione mentre il 10% più ricco ne uscirà ancor più ricco.


Secondo Oxfam il 5% degli italiani possiede il 41% della ricchezza nazionale e il 60% più povero della popolazione solo il 13%.


Una patrimoniale che intervenga sui patrimoni al di sopra degli 800.000 euro e aliquote crescenti per le grandi ricchezze è una misura di giustizia redistributiva fondamentale per affrontare la crisi.

E va accompagnata a una maggiore progressività delle aliquote IRPEF per i redditi alti.

Dire no alla patrimoniale su grandi ricchezze e a una tassazione con aliquote più alte per redditi alti è una scelta di destra.


Grazie,

Partito della Rifondazione Comunista-Federazione di Cuneo

Al Direttore

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium