/ Attualità

Attualità | 04 maggio 2020, 11:15

Papa Francesco: il 14 maggio tutte le religioni in preghiera per vincere il Covid-19

L’annuncio al Regina Coeli recitato domenica 3 maggio dalla biblioteca vaticana

Papa Francesco

Papa Francesco

Poiché la preghiera è un valore universale, ho accolto la proposta dell’Alto Comitato per la Fratellanza Umana affinché il prossimo 14 maggio i credenti di tutte le religioni si uniscano spiritualmente in una giornata di preghiera e digiuno, per implorare Dio di aiutare l’umanità a superare la pandemia di Coronavirus”.

Lo ha detto papa Francesco dopo la preghiera mariana del Regina Coeli. Si tratta di un annuncio importante che conferma l’attenzione del Santo Padre per il dialogo interreligioso, ritenuto strategico in questa drammatica crisi, dalla quale si uscirà solo tutti insieme.

È importante, infatti, mettere insieme le capacità scientifiche, in modo trasparente e disinteressato, per trovare vaccini e trattamenti e garantire l’accesso universale alle tecnologie essenziali che permettano ad ogni persona contagiata, in ogni parte del mondo, di ricevere le necessarie cure sanitarie” ha spiegato nello stesso breve discorso seguito al Regina Coeli.

“Ancora una volta – ha confessato ai fedeli di tutto il mondo che lo seguivano in tv e via web – vorrei esprimere la mia vicinanza agli ammalati di Covid-19, a quanti si dedicano alla loro cura, a tutti coloro che, in qualsiasi modo, stanno soffrendo per la pandemia”.

Quindi, il Papa ha concluso con un auspicio: “Desidero, nello stesso tempo, appoggiare e incoraggiare la collaborazione internazionale che si sta attivando con varie iniziative, per rispondere in modo adeguato ed efficace alla grave crisi che stiamo vivendo”.

Silvia Gullino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium