/ Cronaca

Cronaca | 04 maggio 2020, 14:15

Commozione a Cervignasco per la morte dell’imprenditore agricolo Giovanni Battisti

E’ stato colto da malore ieri mentre era alla guida del suo trattore,ma non è stato travolto dal mezzo Alcuni giorni fa era deceduto il fratello Aldo. "Persona di garbo e saggezza" ricorda l’ex sindaco Quaglia. La moglie, Lidia Botta era stata assessore all’Agricoltura del comune di Saluzzo

Giovanni Battisti

Giovanni Battisti

 

Lutto a Cervignasco per la morte dell’ imprenditore agricolo Giovanni Battisti, colto da malore ieri mattina, mentre era alla guida del suo trattore. Aveva 76 anni.

Stava spostando il mezzo nei campi lungo la via che collega la frazione saluzzese a Cardè e Torre San Giorgio, quando molto probabilmente si è sentito male ed è caduto a terra. Sul posto sono intervenuti il 118, Carabinieri e Spresal.

Contrariamente a quanto scritto, non è stato investito dal suo trattore che ha continuato a procedere nei campi senza guida, fino a quando un vicino accortosi del fatto, è intervenuto per fermarlo.

Giovanni Battisti era un imprenditore agricolo molto conosciuto e stimato a Cervignasco, dove la famiglia risiede da generazioni.  “Gran lavoratore, persona di garbo e saggezza, di poche parole sempre ben dette – ricorda Stefano Quaglia ex sindaco di Saluzzo, nella cui Giunta la moglie di Battisti, Lidia Botta è stata  assessore all’Agricoltura. Era anche legato da parentela con il consigliere, ex presidente del Consiglio, Paolo Battisti.

L’agricoltore era stato profondamente toccato dalla morte del fratello Aldo, 81 anni, cervignaschese, avvenuta appena pochi giorni fa. 

Con la moglie Lidia lascia le due sorelle Irma e Anna.

il funerale per le norme Anticovid  avverrà in forma strettamente privata. 

vilma brignone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium