/ Politica

Politica | 05 maggio 2020, 19:08

Alba, la minoranza chiede interventi per i locali pubblici: "Ampliamento dehors gratuito per bar e ristoranti cittadini"

Il consigliere di "Uniti per Alba" Alberto Gatto pungola l’Amministrazione del sindaco Bo: "Avanzo di bilancio ancora congelato, urgente prendere decisione anche sul fronte dei lavori pubblici"

L'imbocco di via Maestra, in uno scatto di ieri, lunedì 4 maggio (Ph Barbara Guazzone)

L'imbocco di via Maestra, in uno scatto di ieri, lunedì 4 maggio (Ph Barbara Guazzone)

Alba si muova rapidamente sulla strada già tracciata da diversi altri centri, anche della nostra zona.

E’ l’invito che la minoranza albese rivolge alla Giunta guidata dal sindaco Carlo Bo con riferimento alle misure da adottare per dare concreto sostegno all’ampia platea di locali pubblici che ne affollano vie e piazze.

Decine e decine di attività, ormai ferme da due mesi e che solo in parte sono potute ripartire ieri, lunedì 4 maggio, limitatamente al servizio "take away", ma che in vista della possibile riapertura ventilata dal Governo per il prossimo 1° giugno dovranno ripensare profondamente il modo col quale presentarsi ai clienti.

Se ad aiutare in questo senso potrà essere l’arrivo della bella stagione, e la conseguente possibilità di approfittare degli spazi esterni per ottenere il necessario distanziamento tra tavolini e clienti, alcuni Municipi di Langhe e Roero – Cherasco e Dogliani, ad esempio – hanno già fatto sapere di voler andare incontro a un comparto turistico oggi in ginocchio consentendo la possibilità, per chi ne dispone, di ampliare il proprio dehors senza ulteriore aggravi in quando dovuto al Comune per l’occupazione di suolo pubblico.

"Nella stessa direzione dovremmo muoverci nella nostra città", spiega il consigliere del Partito Democratico Alberto Gatto, ricordando i suggerimenti che la coalizione Uniti per Alba ha sottoposto al sindaco con due specifiche missive. "Alcune di quelle proposte sono state accolte, altre purtroppo no, come la sospensione dei tributi locali per queste stesse attività. Quella di attribuire gratuitamente più ampi spazi ai dehors ci pare una misura condivisibile, come ci parrebbe opportuno disporre che la stessa Tosap non debba essere pagata per il periodo nel quale, non per loro colpa, gli esercenti non hanno potuto concretamente usufruire dello spazio pubblico".

Nell’attesa di riscontri, la coalizione di centrosinistra pungola poi l’Amministrazione circa quanto discusso mercoledì scorso nel corso dell’ultimo Consiglio comunale e sulla nascita, all’interno del centrodestra cittadino, del nuovo gruppo Alba Liberale (leggi qui). Ancora Gatto: "Non è passato nemmeno un anno dal suo insediamento che già, all’interno dell’Amministrazione, registriamo di questi movimenti, col vicesindaco Bolla che rimane senza lista e perde il suo consigliere. Mi paiono sintomi di una certa debolezza e difficoltà nel tenere insieme i pezzi di questa maggioranza", rileva Gatto, secondo il quale un altro dato critico emerso dall’assemblea civica riguarda il fatto che, all’approvazione del consuntivo 2019 e all’accertamento dei 6,5 milioni di euro di avanzo di amministrazione nella disponibilità del Comune, non sia seguita una variazione di bilancio volta a mettere da subito in piedi misure di sostegno all’economia cittadina.

"A fronte della gravissima emergenza in corso e di conti che consentirebbero di intervenire in modo anche sostanzioso l’Amministrazione decide di stare ferma e aspettare – attacca il consigliere –. Noi non avremmo preteso che quella disponibilità fosse immediatamente e interamente dirottata in misure di urgenza, ma c’era una serie di provvedimenti che la Giunta avrebbe potuto adottare fin d’ora, così da sostenere il ruolo di volano che l’ente locale può utilmente assumere in questo drammatico frangente. In questo novero mettere anche gli investimenti, con diverse opere pubbliche che attendono di essere finanziate e portate avanti, come la bretella del Mogliasso o gli interventi sui campi sportivi di via dell’Acquedotto o del Mussotto. Lavori per i quali – conclude l'esponente Pd – bisogna muoversi ora per poter pensare di aprire i relativi cantieri tra diversi mesi".

Ezio Massucco

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium