/ Il Punto di Beppe Gandolfo

In Breve

lunedì 13 luglio
lunedì 06 luglio
lunedì 29 giugno
lunedì 22 giugno

Il Punto di Beppe Gandolfo | 11 maggio 2020, 07:00

Il virus mattatore nelle aule di giustizia

Il virus mattatore nelle aule di giustizia

Incrociamo le dita. Forse il peggio è passato, anche in Piemonte. Tutta da scoprire la Fase 2, tutta da inventare la ripresa economica. Parecchie incognite sul futuro della nostra economia.

In mezzo a tutte queste incertezze, una realtà incontestabile. Nei prossimi anni il Covid-19 terrà banco nei corridoi delle Procure e nelle aule di Tribunale. La pandemia avrà strascichi giudiziari lunghissimi. Per i prossimi 10 anni avvocati, magistrati, cronisti giudiziari, e tutti coloro la cui attività è legata alla giustizia, avranno parecchio lavoro, assicurato.

Giusto? Sbagliato? Inutile emettere sentenze adesso, in anticipo. E’ la realtà dei fatti. La Procura di Torino ha già dato vita a un pool di magistrati incaricati di istruire le inchieste che arriveranno dalla vagonata di denunce che inevitabilmente stanno piombando su medici, infermieri, assessori, direttori sanitari, funzionari, responsabili di Rsa…e l’ elenco potrebbe continuare. A Cuneo, Vercelli, Asti, Alessandria sono già state avviate indagini con perquisizioni da parte della Guardia di Finanza. In alcuni casi con forti ipotesi di reato: omicidio colposo.

Ci sono stati errori? Si potevano salvare vite umane? La macchina della sanità piemontese ha funzionato al meglio? Domande a cui difficilmente, indagini e processi, potranno dare risposte certe. Non lo dico per mancanza di fiducia nella giustizia italiana (anche se…), ma perché sarà tutto un susseguirsi di perizie e controperizie, di scarico delle responsabilità, di udienze infinite.

Almeno dagli anni ’80 in Piemonte si muore per malattie legate all’ amianto e si continua a morire al ritmo di 2500-3000 persone ogni anno. Nel 2009 è partita la prima inchiesta a Torino contro i dirigenti della Eternit di Casale Monferrato: migliaia di famiglie delle vittime sono ancora in attesa di giustizia, undici anni dopo.

Ecco dove nasce il mio scetticismo, oggi che il Coronavirus diventa protagonista nei Palazzi di Giustizia.

Beppe Gandolfo

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium