/ Spazio antivirale

Spazio antivirale | 11 maggio 2020, 19:30

“STOP al CAPRO ESPIATORIO”

Per quanto sia brutta la crisi che attraversiamo, non dobbiamo lasciarci tentare da un pensiero individualistico ma dobbiamo continuare a pensare come specie

“STOP al CAPRO ESPIATORIO”

Inizia la fase due: sarà una ripartenza protetta.

Gli psicologi del Trauma Center ci offriranno qualche spunto per ripartire e fare tesoro dell’esperienza vissuta finora e valorizzare quanto abbiamo imparato nella fatica della quarantena.

Gli psicologi del Trauma Center sono contattabili dal 4 al 18 maggio dal lunedì al giovedì dalle 11 alle 12.30

Il virus non è un organismo pensante: è un semplice parassita che fa il suo dovere, ovvero riprodursi.  Segue il suo istinto e tenta di sopravvivere.

La differenza tra la nostra specie e il covid è che noi abbiamo l’intelligenza e il pensiero, risorse che potranno guidarci a vincere questa partita senza cadere in trappole pericolose che abbiamo già subito nel passato.

Come il fenomeno del “capro espiatorio”, un atteggiamento attraverso al quale si giudica una parte di individui, colpevole di qualcosa che reca danno agli altri.

Gli ebrei divenuti gradualmente la “causa” della crisi economica della Germania degli anni ’20, sono l’esempio più eclatante di come la paura e la precarietà possano indurre gli uomini a trovare il “male” in una specifica categoria. L’angoscia di non farcela stimola questa reazione ad accusare il diverso o chi può rappresentare, in quel momento, la fonte o l’origine della criticità.

E’ successo in parte anche in questa emergenza covid, in cui ad un certo punto il male veniva individuato nel runner o nell’ anziano in giro: si giudica colpevole una persona in maniera eccessiva, con modalità aggressive e violente, a prescindere dai fatti reali ma solo per un pensiero costituito o un’appartenenza ad una categoria ritenuta minacciosa per le altre persone.

Per quanto sia brutta la crisi che attraversiamo, non dobbiamo lasciarci tentare da un pensiero individualistico ma dobbiamo continuare a pensare come specie.

A. Pascale – Trauma Center

Spazio Antivirale

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium