/ Saluzzese

Saluzzese | 14 maggio 2020, 08:38

Tremila mascherine nelle case dei venaschesi: il “grazie” del sindaco Dovetta

Citazione particolare per le sarte di Venasca e Brossasco che le hanno realizzate

Tremila mascherine nelle case dei venaschesi: il “grazie” del sindaco Dovetta

La scorsa settimana si è conclusa la distribuzione delle mascherine da parte dei volontari della protezione civile e dei consiglieri comunali. Il progetto, che ricordiamo ha portato nelle case di tutti i Venaschesi due mascherine lavabili per cittadino, ha visto impegnate numerose persone, a partire dal vicesindaco Giampiero Gianaria, che ha coordinato le forniture dei materiali ed il lavoro delle sarte, passando per gli impiegati comunali che hanno operato, come al solito, con grande abnegazione e professionalità.

In particolare va sottolineato l’impegno di Lucia Barra che ha imbustato le mascherine per ogni famiglia, svolgendo un’opera certosina che ha richiesto una notevole organizzazione e molto tempo.

Naturalmente il lavoro più importante è stato svolto dalle sarte di Venasca e di Brossasco, che hanno offerto la loro collaborazione su base volontaria cucendo oltre 3000 mascherine per tutta la popolazione. Le sarte che hanno collaborato sono state: Liberata Di Mattia, Chiara Chiocchia con suo marito Sergio Basso, Adelma Fervier, Ritina Cornaglia, Carla Mellano, Marina Boschero, Giuseppina Verdastro, Marinella Sasia e Michela Lazzereschi.

A loro bisogna aggiungere le signore Luisa, Franca e Marisa Lavalle, Mariangela Romano e Lucia Allasina che hanno provveduto al taglio delle pezze e Monica Ruà del negozio “Dao Abbigliamento” per il filo, il supporto tecnico ed i preziosi consigli. A tutte loro va il più sentito grazie da parte di tutta l’amministrazione e dell’intera cittadinanza, il loro comportamento è stato esemplare, di alto valore sociale e civile.

In qualità di sindaco – ha detto Silvano Bizzotto -  ringrazio ancora una volta la Technofabric ed il dottor Marco Sbuttoni per la fornitura del tessuto, ringrazio la Cuneotex di Enrico e Chiara Brignone per la fornitura dell’elastico che era divenuto irreperibile ovunque. Ringrazio il mio vice sindaco Giampiero Gianaria, per aver organizzato e diretto tutte le operazioni, ringrazio i consiglieri comunali, la protezione civile e gli impiegati comunali e tutte quelle persone che hanno collaborato a vario titolo, agevolando le lavorazioni. Il grazie più grande va alle meravigliose sarte professionali e non che con spirito di servizio si sono messe a disposizione della comunità senza alcuna esitazione, a loro va la gratitudine mia e di tutti i Venaschesi”.

Redazione

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium