/ Attualità

Attualità | 21 maggio 2020, 11:34

Da 40 a 80 kiloWatt: E-Distribuzione raddoppia la potenza per le centrali del 112 e dell’emergenza sanitaria di Saluzzo

L’iniziativa si inserisce nell’ambito dell’impegno, a sostegno delle principali realtà in campo per fronteggiare l’emergenza Covid-19 in ambito sanitario e sociale. L’aumento di potenza permetterà alle centrali di “operare in condizioni ottimali nella gestione della crisi legata al Covid-19 e nel portare avanti quelle azioni in caso di emergenza a supporto dei cittadini e del territorio che svolgono da sempre”

Le centrali dell'emergenza sanitaria (a sinistra) e del numero unico 112 (a destra)

Le centrali dell'emergenza sanitaria (a sinistra) e del numero unico 112 (a destra)

E-Distribuzione, società del Gruppo Enel che ha in gestione la rete elettrica di media e bassa tensione, potenzia le centrali operative del Numero unico per l’emergenza 112 e dell’emergenza sanitaria, con sede a Saluzzo.

L’aumento di potenza si inserisce nell’ambito dell’impegno, a sostegno delle principali realtà in campo per fronteggiare l’emergenza Covid-19 in ambito sanitario e sociale.

La fornitura di energia elettrica per le centrali operative, che si trovano in via Volontari del Soccorso, all’interno del complesso che ospita anche la Croce verde saluzzese, passa da 40 a 80 kiloWatt. Un raddoppio di potenza che – spiegano da E-Distribuzione – permetterà alle centrali di “operare in condizioni ottimali nella gestione della crisi legata al Covid-19 e nel portare avanti quelle azioni in caso di emergenza a supporto dei cittadini e del territorio che svolgono da sempre”.

Un intervento che dimostra la tempestività e la vicinanza al territorio durante l’emergenza – commenta Enrico Bottone, responsabile area Nord.Ovest di E-distribuzione – siamo soddisfatti della continua collaborazione con le strutture sanitarie e assistenziali. Il nostro contributo può rivelarsi essenziale”.

La centrale unica di risposta del 112 riceve le chiamate delle province di Alessandria, Asti, Biella, Cuneo, Novara, Verbano-Cusio-Ossola e Vercelli, smistandole poi all’Ente di soccorso più appropriato (emergenza sanitaria, Vigili del fuoco, Forze dell’ordine).

Al piano superiore, invece, la centrale operativa dell’emergenza sanitaria riceve le richieste di soccorso, per l’appunto, sanitario, di tutta la provincia di Cuneo. Gli operatori di centrale valutano la gravità delle chiamate e – al tempo stesso – decidono quindi il tipo di mezzo più adatto da far intervenire e l’ospedale più adeguato dove inviare il paziente.

“La struttura – spiegano da E-Distribuzione – è stata oggetto di riconfigurazione in sicurezza dei locali operativi, nell’ambito del progetto della Regione Piemonte ‘Centrali Pulite 118-112’”.

L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto nazionale “Allacciamo le energie”, che vede E-Distribuzione impegnata su tutto il territorio a donare collegamenti o aumenti di potenza alla propria rete elettrica a favore di presidi e strutture sanitarie attivate per la gestione della crisi legata alla diffusione del virus.

 

Ni.Ber.

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium