/ Economia

Economia | 22 maggio 2020, 17:39

Anche i 143 lavoratori di Racconigi coinvolti dallo sciopero di ArcelorMittal: lunedì presidio davanti all'ex Ilva

Nello stabilimento di Racconigi è presente l’acciaieria che si occupa della realizzazione di profili cilindrici (tubi). Il blocco delle attività avverrà con presidio davanti ai cancelli dell'ex Ilva in Strada Regionale 20 dalle 7.30 alle 12.30

Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Incroceranno le braccia i lavoratori dell'ArcelorMittal di Racconigi lunedì 25 maggio davanti ai cancelli dello stabilimento. L’iniziativa è legata allo sciopero nazionale degli stabilimenti italiani appartenenti al gruppo franco indiano.

"Il Governo ed ArcelorMittal scoprano le carte e si apra un tavolo di trattativa con il sindacato - si legge in una nota unitaria di Fim, Fiom e Uilm - La situazione negli stabilimenti è sempre più insostenibile. La risposta alla crisi non può essere semplicemente più cassa per tutti e zero investimenti. Meno salario, più incertezze ed insicurezze sull’occupazione, sull’ambiente, sulle prospettive industriali non sono più accettabili."

L'iniziativa avverrà in concomitanza con l'incontro convocato dal Ministero dello Sviluppo Economico. Nello stabilimento di Racconigi è presente l’acciaieria che si occupa della realizzazione di profili cilindrici (tubi). Sono occupati 145 lavoratori. 

Il blocco delle attività avverrà con presidio davanti ai cancelli dell'ex Ilva in Strada Regionale 20 dalle 7.30 alle 12.30.

 

 

 

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium