/ Attualità

Attualità | 26 maggio 2020, 07:43

Le associazioni venatorie pronte a fare rete: "Agire, dialogando con chi nella natura vive e svolge la propria attività produttiva"

Riceviamo e pubblichiamo la nota a firma di Foi Paolo per il C.P.A. e Capoccia GianFranco per Arcicaccia

Le associazioni venatorie pronte a fare rete: "Agire, dialogando con chi nella natura vive e svolge la propria attività produttiva"

Negli ambienti venatori si sente spesso parlare di “caccia, agricoltura ed ambiente”, rimarcando l’importanza che riveste questa triangolazione nella gestione di un giusto rapporto tra uomo, fauna selvatica ed attività agricole. Le associazioni C.P.A. Caccia Pesca e Ambiente e Arcicaccia ritengono che mai come in questo momento sia ora di agire, dialogando con chi nella natura vive e svolge la propria attività produttiva.       
                                 
La Regione Piemonte apre alla possibilità di praticare la caccia di selezione alle specie: cinghiale dal 16 maggio 2020 al 15 marzo 2021 e capriolo nel periodo che verrà indicato (solitamente dal mese di giugno).

In questi giorni è apparso un comunicato stampa della Coldiretti dove si auspica che questa possibilità si traduca in Piani di Prelievo al fine di controllare queste specie che, in modo particolare in questo periodo di emergenza Coronavirus, hanno compiuto danni cospicui alle produzioni agricole e si sono presentati con frequenza nelle aree urbane, creando disagio ai residenti e pericolo per gli automobilisti.

I risarcimenti per i danni provocati all’agricoltura e gli incidenti causati agli automobilisti sono ingenti e devono essere contrastati con mezzi idonei per il contenimento di queste specie.

Il provvedimento della Regione Piemonte deve, a nostro modo di vedere, essere colto come opportunità per dare una risposta ad un problema che da troppo tempo insidia il nostro territorio e per questo motivo ci auguriamo che tutte le Associazioni Venatorie si adoperino in modo che i vari ATC e CA accettino di praticare la Caccia di Selezione, nei periodi indicati, alle sopracitate specie presentando i Piani di prelievo.

Questa è una importante occasione per dimostrare che dialogando senza preconcetti e lavorando insieme per un obiettivo comune possiamo rendere efficace la triangolazione di cui sopra, ricordando anche che le decisioni, all’interno dei Comitati di Gestione degli ATC e CA, vengono prese con regolari votazioni e che le Associazioni Venatorie e le Organizzazioni Agricole sono rappresentate in maniera paritetica e insieme hanno il 60% dei componenti. Se tutti avessero a cuore i problemi veri del nostro amato territorio, non dovrebbe essere difficile raggiungere questo obiettivo.
C.P.A. Caccia Pesca e Ambiente e Arcicaccia, negli ATC e CA dove presenti, sono disponibili a collaborare al fine di poter praticare la Caccia di Selezione, così come proposto dalla Regione, in quanto ritengono questa possibilità un valido strumento di contenimento e una buona risposta a chi lavora con noi per la gestione dell’attività venatoria e del territorio.

I Responsabili Provinciali Cuneo
Foi Paolo per il C.P.A. e Capoccia GianFranco per Arcicaccia


MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium