/ Saluzzese

Saluzzese | 26 maggio 2020, 15:16

Gambasca: dal giovedì alla domenica riapre “Da Claudino”, Santuario del Buongustai. Oggi anche in funzione take away

Il locale torna a deliziare i suoi clienti con le golosità nate dalle mani fatate di Graziella Canavese, pluripremiata chef del locale di proprietà dell’istrionico e cordiale marito Claudio, sempre pronti ad accogliere il cliente con i loro piatti della tradizione locale e una ricchissima carta dei vini

Graziella Canavese, chef del ristorante "Da Claudino", consegna a Papa Francesco la tessera di socio onorario dell’Associazione Cuochi Cuneo

Graziella Canavese, chef del ristorante "Da Claudino", consegna a Papa Francesco la tessera di socio onorario dell’Associazione Cuochi Cuneo

Dopo 38 anni di attività ininterrotta, spezzata soltanto dal virus maledetto che ha messo in ginocchio il mondo intero, il ristorante “Da Claudino” di via Roma 22 a Gambasca è tornato a deliziare i suoi clienti con le golosità della casa, nate dalle mani fatate di Graziella Canavese, pluripremiata chef del locale di proprietà dell’istrionico e cordiale marito Claudio, sempre pronti ad accogliere il cliente con i loro tipici piatti della tradizione locale e una ricchissima carta dei vini.

Una fucina dei sapori di un tempo, insomma, con la sala da pranzo impreziosita  - la cui capacità oggi è ridotta a 18 coperti dalle norme emesse dal Governo in materia di anti-contagio - dalle vetrate policrome dell'artista Elio Garis.

Tra le specialità del locale, per quel che concerne i primi piatti, menzione di merito per gli agnolotti di Fassona e la pasta fatta in casa, gli straccetti alle castagne conditi con le verdure o i funghi di stagione. Tra i secondi piatti il cosciotto di maiale profumato al barbaresco è una costante. Viene cotto a bassa temperatura per sette ore, verso fine cottura viene cotto in crosta di pane, aromatizzato alle olive e alle erbette. Mentre tra gli antipasti vanno segnalati il filetto alla liquirizia, peperoncino e arancio al dolceforte di lampone, il flan alle primule selvatiche con toma d'alpeggio e cialda croccante al profumo di cannella. Da non perdere neppure i dessert: il tortino Lulù, biscotto imbevuto in succo di frutta con crema chantilly e zabaglione al Quagliano, dolce ha vinto il primo premio al concorso nazionale de "Il tartufo d'oro" dell'Associazione Cuochi della Provincia Granda.

Oltre al normale servizio al tavolo, che il ristorante propone oggi dal giovedì alla domenica con prenotazione obbligatoria, sta riscuotendo un ottimo successo anche il servizio take away, che prevede:

  • Fiori di zucchine ripiene con ricotta e basilico (porzione per 2 persone, 10 euro);
  • Vitello tonnato alla vecchia maniera con pinoli (porzione per 2 persone, 10 euro);
  • Polenta taragna con toma di Martiniana Po (porzione per 2 persone, 10 euro);
  • Lasagne al ragù leggero ed asparagi (porzione per 2 persone, 10 euro);
  • Gnocchetti al castelmagno (porzione per 2 persone, 10 euro);
  • Stinco di maiale alla birra con patate (porzione per 2 persone, 10 euro);
  • Roastbeaf alla fiamma (porzione per 2 persone, 10 euro);
  • Finanziera alla piemontese (porzione per 2 persone, 10 euro);
  • Contorno misto (porzione per 2 persone, 10 euro);
  • Tortino Lulù (porzione per 2 persone, 10 euro);
  • Mousse di marroni con fragole al moscato (porzione per 2 persone, 10 euro).

La prenotazione dovrà pervenire chiamando il 0175265186 o il 3382826288 (anche whatsapp)dal lunedì al mercoledì, indicando nome e cognome, indirizzo ed elenco delle portate che si intende ordinare.

Il confezionamento avviene nel pieno rispetto delle norme igieniche, previo l’utilizzo di vaschette adatte sia per il forno che per il microonde in modo fa facilitare al massimo il riscaldamento del cibo.

Le consegne verranno effettuate direttamente al ristorante il giovedì, il venerdì, il sabato e la domenica  dalle 11 alle 13 e dalle 17.30 alle 19.30.

La promozione “Pacco Regalo” prevede un antipasto, un primo piatto, un secondo piatto, un dessert misto (tutto in porzione per 2 persone) ed una bottiglia di Prosecco a soli 50 euro.

“Provato il nuovo servizio take away, nel pieno rispetto delle nuove regole. Le porzioni sono davvero abbondanti e in contenitori biodegradabili. Il cibo squisito, una ventata di normalità in questo periodo difficile” scrive Enrica su Tripadvisor.

Il miglior messaggio pubblicitario per questo Santuario dei Buongustai di cui la Valle Po ha atteso per più di due mesi la riapertura.

Informazione Pubblicitaria

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium