/ Attualità

Attualità | 28 maggio 2020, 14:30

La dottoressa braidese Sara Abram nuovo Segretario Generale del Centro Conservazione e Restauro ‘La Venaria Reale’

L’annuncio con un post su Facebook, seguito dal benvenuto dei colleghi e da tanti messaggi di congratulazioni dei braidesi

La dottoressa braidese Sara Abram nuovo Segretario Generale del Centro Conservazione e Restauro ‘La Venaria Reale’

Udite, udite: la dottoressa braidese Sara Abram, già responsabile sviluppo progetti e fund raising, è il nuovo Segretario Generale del Centro Conservazione e Restauro ‘La Venaria Reale’.


L’annuncio è avvenuto con un post su Facebook da parte dei colleghi che le hanno dato un caloroso benvenuto: “ A Sara, storico dell’arte e figura di riferimento da anni per il Centro, un grande in bocca al lupo per questo nuovo importante incarico”.


L’investitura è avvenuta mercoledì 27 maggio durante la prima riunione plenaria dopo la riapertura del Centro, alla presenza del Segretario uscente, Elisa Rosso e del Presidente Stefano Trucco.


Sempre attraverso Facebook, tanti braidesi hanno espresso le proprie congratulazioni alla concittadina, qualcuno ripercorrendo il rapporto personale.


Bruna Sibille e Maria Milazzo, consiglieri comunali braidesi: “ Complimenti cara Sara orgoglio braidese”.


Margherita Testa, già dirigente del Liceo Giolitti-Gandino di Bra: “ La luce dell’intelligenza e il calore della generosità erano tratti forti della sua personalità già sui banchi del Liceo”.


Roberto Carena, segretario del circolo Pd di Bra: “ Ho avuto il grande piacere di essere il suo animatore a San Giovanni mi sorride il cuore”.


Ma vediamo l’Istituto più nel dettaglio dal sito web. Il Centro Conservazione e Restauro “La Venaria Reale” è una Fondazione nata nel 2005 nell’ambito dei grandi interventi di riqualificazione del complesso monumentale della Reggia di Venaria ed è situato negli spazi delle ex Scuderie e Maneggio settecenteschi, progettati da Benedetto Alfieri.


La scelta dei soci fondatori di istituire un Centro per l’alta formazione e la ricerca nel settore della conservazione del patrimonio culturale risponde alle esigenze di sviluppare in Piemonte un nuovo polo strategico.


Fondatori: Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione Piemonte, Città Metropolitana di Torino, Comune di Torino, Comune di Venaria Reale, Fondazione Cassa di Risparmio di Torino, Compagnia di San Paolo, Università degli Studi di Torino.


All’interno del Centro troviamo: laboratori di restauro; laboratori scientifici; la Scuola di Alta Formazione; i Servizi educativi.


A supporto delle attività formative, di ricerca e di conservazione e restauro operano l’area Programmazione e Sviluppo e le aree Amministrazione e Servizi Tecnici.


La convenzione stipulata tra il Centro Conservazione e Restauro e l’Università degli Studi di Torino ha consentito l’attivazione del Corso di laurea magistrale abilitante a ciclo unico in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali, attraverso la collaborazione tra la SUSCOR (Struttura Universitaria in Scienze per la Conservazione, Restauro, Valorizzazione dei Beni Culturali) e la SAF.


È proprio vero: la cultura non si ferma nemmeno ai tempi del Coronavirus. 

Silvia Gullino

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium