/ Al Direttore

Al Direttore | 29 maggio 2020, 10:10

Peveragno, la CRI si sottopone ai test sierologici: "Anche se diminuita, la pandemia non è ancora sconfitta"

Riceviamo e pubblichiamo

Foto generica

Foto generica

Non dimentichiamo che la pandemia non è sconfitta anche se i contagi sono diminuiti, soprattutto grazie alle regole ristrette ed al buon senso della maggior parte dei cittadini. Nei periodi emergenziali il nostro personale è stato impegnato in tantissime attività e progetti, anche a stretto contatto con possibili casi di Covid-19, garantendogli costantemente una formazione specifica e l’uso di tutti i DPI necessari per la sua incolumità. I


l Consiglio di Amministrazione, nell’ottica di garantire sicurezza ai nostri assistiti, Volontari e dipendenti, ha deciso di fare ancora di più: offrire la possibilità a tutto il nostro personale di effettuare gratuitamente il test sierologico.


Quindi sentito il parere del Dott. Alessandro Rapa medico del lavoro, che ringraziamo per la sua costante collaborazione protratta negli anni, abbiamo contattato il Laboratorio Pasteur (uno dei pochi in provincia di Cuneo autorizzato dalla Regione Piemonte) per effettuare i test sierologici ai Volontari e Dipendenti del nostro Comitato. Venerdì 22 maggio si è proceduto, presso la nostra sede e con l’ausilio dell’ambulatorio mobile del Comitato Provincia Granda, ad eseguire ben 81 prelievi.


Tutto questo è stato fattibile anche grazie alla Banca Cassa Rurale de Artigiana di Boves, il cui Consiglio di Amministrazione ha deliberato un generoso contributo destinato ad affrontare l’intero costo delle analisi dei test sierologici di cui prima. A nome di tutti i Volontari e Dipendenti voglio esprimere un caloroso grazie al Presidente, al Consiglio, in particolare al Vicepresidente Baudino ed al Consigliere Garro per essere sempre vicini a noi ed ai nostri progetti.


I Volontari di tutte le varie associazioni operanti sul territorio, hanno operato in questi mesi di pandemia senza mai tirarsi indietro, a fianco dei sanitari sulle ambulanze, nei servizi alla popolazione, senza mai chiedere nulla in cambio. Ma la loro sicurezza oggi viene garantita solo da noi stessi, grazie ai contributi di privati cittadini, associazioni e banche. 


Ricordiamo che tutti i cittadini contribuenti possono sostenere il nostro operato, semplicemente donando il 5 per mille, è molto semplice e gratuito, sarà sufficiente indicare il nostro codice fiscale 96090160043 all’interno del riquadro dedicato al volontariato. La tua donazione potrà essere preziosa per sostenere le nostre attività per essere sempre in prima linea a favore dei più vulnerabili.  


“Aiutare i più deboli ci renderà più forti”


Grazie,

la CRI di Peveragno

Al Direttore

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium