/ Al Direttore

Al Direttore | 31 maggio 2020, 18:03

Arcigay GrandaQueer sui commenti ingiuriosi: "Qualche goccia di veleno non inquina l'ambiente che ci ha accolto e che continua a sostenerci"

Riceviamo e pubblichiamo

Arcigay GrandaQueer sui commenti ingiuriosi: "Qualche goccia di veleno non inquina l'ambiente che ci ha accolto e che continua a sostenerci"

Ci sono arrivate così tante foto in questi giorni che sappiamo per certo che (R)esistenza, il nostro Pride, vive in moltissime persone. Volti felici e realizzati, e belli, che il 6 giugno mostreranno quanto la provincia di Cuneo è Granda anche nei cuori.

Pride significa fierezza, la sicurezza di essere nel giusto e di fare parte del mondo, che la propria identità e la propria storia sono inviolabili e preziose. Manifestare  e affermar(si) davanti a tutte e tutti, riprendendosi i propri spazi in un mondo civile che spesso è percepito ostile e pericoloso, è importante, ma è solo una parte di un lavoro che viene fatto ogni giorno, coltivando la capacità di superare le minacce che a volte alimentano le nostre insicurezze, che ci fanno sentire sbagliat* e in pericolo.

L'odio, anche e soprattutto su internet, fa proprio questo. Gli insulti e le minacce gridate da persone anonime sembrano zittire tutto il resto, e se lasciate a se stesse si espandono fino ad annullare tutte le cose buone che ci nutrono e ci fanno crescere come individui.

Ma qualche goccia di veleno non inquina l'ambiente che ci ha accolto e che continua a sostenerci. Nel nostro lavoro sul territorio abbiamo avuto esperienza diretta, con gioia, di quanto le istituzioni, le associazioni che ci accompagnano, di quanto ragazze e ragazzi, di quante famiglie ci diano conferma che quelle parole masticate da dietro una tastiera non raccontino la società reale, ma solo la tristezza di chi ha così tanta paura da rinchiudersi nella cattiveria, e non apre gli occhi a quanto c'è di buono là fuori, oltre lo schermo di un computer o di un cellulare. Oltre il ruminare e l'escludere.


Grandaqueer LGBTQIA+* da anni accoglie e raggruppa persone che del mondo vogliono prendere il meglio, e porta questa positività nelle scuole e nelle piazze. Siamo stat* circondat* da così tanto affetto.  A chi legge questo messaggio, e magari è stato ferito da quell'insulto circondato da silenzio, quella cattiveria sussurrata vigliaccamente, diciamo: sei giust* così come sei, sei una persona meravigliosa e meriti tutto l'aiuto e l'amore del mondo. Siamo qui per ascoltarti e accoglierti. E con noi ci sono tante persone che credono in te.


Quanto a noi, continuiamo a metterci la faccia, e a sorridere prendendo il brusio malevolo di gente sola e triste per quello che è.

Ufficio Stampa- Arcigay GrandaQueer

 

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium