/ Attualità

Attualità | 01 giugno 2020, 08:15

Oltre 60mila euro per garantire l’operatività del Municipio di Saluzzo durante l’emergenza Covid-19

Prima tranche di 20mila euro gel disinfettante, paratie per gli uffici comunali e mascherine. 30mila euro, poi, per ulteriori mascherine, impianto di videoconferenza e riorganizzazione del mercato alimentare. Infine, 12735 euro, per la sanificazione di uffici e strade e per gli straordinari degli agenti della Polizia locale

Una pattuglia della Polizia locale in corso Italia a Saluzzo

Una pattuglia della Polizia locale in corso Italia a Saluzzo

Tra gli accorgimenti che il Comune di Saluzzo ha dovuto porre in essere per l’emergenza Covid-19 ci sono stati anche le misure adottate negli uffici del Municipio.

Nell’ultimo Consiglio comunale, il vicesindaco Franco Demaria ne ha ampiamente dato conto, illustrando le decisioni assunte, in via d’urgenza, dalla Giunta.

In primis, l’Amministrazione comunale ha disposto il prelievo dal fondo di riserva – che per il 2020 ammonta in totale a 47mila euro – per l’acquisto urgente di gel disinfettante, paratie per gli uffici comunali e dispositivi di protezione individuale, nella fattispecie mascherine.

È stato il primo passo di un percorso che ha cambiato il nostro modo di vivere gli spazi, i nostri comportamenti, ma che ha stravolto anche il modo di lavorare di tutti noi e degli uffici comunali. – ha detto - All’interno della macchina comunale, vi sono alcuni settori che da inizio marzo lavorano esclusivamente su queste criticità”.

Il fondo di riserva, ha rimarcato Demaria, è quel “tesoretto” che nei Comuni, di solito, si tende ad utilizzare a fine anno: “Nel nostro caso, quei 47mila euro potevano essere utilizzati per lo sgombero neve delle prime nevicate dell’inverno 2020-2021”.

L’emergenza Covid però, ha stravolto qualsiasi piano, a tutti i livelli: “L’11 marzo abbiamo già dovuto utilizzare 20mila euro dei 47mila del fondo di riserva, in ampio anticipo rispetto al solito. Cercheremo di rimpolpare il capitolo”.

Questa non è, però, l’unica misura assunta dall’esecutivo del sindaco Mauro Calderoni.

La Giunta, infatti, ha utilizzato anche 30mila euro provenienti dagli oneri di urbanizzazione per l’acquisto di ulteriori mascherine, dell’impianto utilizzato per le riunioni in videoconferenza e per la riorganizzazione del mercato alimentare. Lo spostamento dei banchi alimentari da piazza Risorgimento a piazza Garibaldi ha infatti reso necessario la creazione di impianti elettrici per l’allacciamento degli ambulanti.

L’impianto di videoconferenza, invece, è stato installato nella “Sala Giunta” ed è stato utilizzato sia per le riunioni legate all’emergenza Covid con la Regione che, ad esempio, per il collegamento con il ministro all’Agricoltura Teresa Bellanova e – in ultimo – per il Consiglio comunale del 27 maggio.

Infine, il Consiglio preso atto – in sede di ulteriore variazione al bilancio adottata dalla Giunta – di un incremento dei trasferimenti statali di 12735 euro, utilizzati in larga parte (10600 euro) per la sanificazione di uffici e strade e in forma minore (2135 euro) per gli straordinari degli agenti della Polizia locale (sono stati aumentati i controlli nella fase del lockdown) e per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale, sempre per i “civich”.

Nicolò Bertola

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium