/ Eventi

Eventi | 02 giugno 2020, 18:09

Riapre il museo Coumboscuro: giornata di porte aperte per sistemare e sanificare i locali

L'associazione Coumboscuro Centre Prouvençal convoca associati e volontari per il 7 giugno

“Lou batòur”- il frantoio della canapa, simbolo del Museo Etnografico Coumboscuro della Civiltà Provenzale Alpina

“Lou batòur”- il frantoio della canapa, simbolo del Museo Etnografico Coumboscuro della Civiltà Provenzale Alpina

Domenica 7 giugno, il Museo Coumboscuro riapre l’attività 2020 in seguito alla chiusura dovuta alla pandemia del “coronavirus”.

A Coumboscuro, domenica 7 giugno, giornata di “porte aperte” per la prossima apertura del Museo etnografico. Infatti l’associazione “Coumboscuro Centre Prouvençal” convoca gli associati e i volontari che vorranno unirsi all’iniziativa, per ripulire e sanificare gli ambienti, rimodulare la collezione etnografica, realizzare piccoli interventi sugli oggetti danneggiati, ripristinare l’anti tarme e effettuare interventi di manutenzione, soprattutto sulla collezione in legno.

La giornata si svolgerà all’aperto, nell’ampio cortile del Museo etnografico, con ritrovo domenica 7 giugno, alle ore 10,00. Quindi il pranzo offerto dall’associazione, Ripresa delle attività alle ore 14.00, sino alle ore 18.00.

La collezione del Museo etnografico Coumboscuro è stata indicata dalla Regione Piemonte quale una delle più ricche delle Alpi occidentali e, purtroppo, mai totalmente esposta al pubblico, causa la mancanza di spazi adeguati. Il lavoro contadino della montagna cuneese vi è totalmente rappresentato, grazie alla ricerca avviata negli anni ’50 del novecento dall’avanguardistico lavoro di recupero del prof. Sergio Arneodo e di Peire Rous con la consulenza scientifica di Augusto Doro. Il Museo Coumboscuro è noto per le attività didattiche e formative per insegnanti e  istituti scolastici, non ché per la più completa documentazione relativa alla canapa ed alla sua lavorazione. Infatti al suo interno conserva uno dei più completi e rari telai per la lavorazione della canapa in Piemonte.

L’apertura del Museo Coumboscuro avvenne nel 1976. Con il Museo della Gente trentina e il Musée Dauphinois di Grenoble, fu tre le prime istituzioni etnografiche delle Alpi, che ispirò nei decenni a  venire, la realizzazione dei piccoli musei locali diffusi nelle montagne.

Chi intende partecipare alla giornata del 7 giugno, può comunicare la sua adesione via e-mail all’indirizzo info@coumboscuro.org, o telefonare ai n. 0171.98707 (segreteria) / 0171.98744.

Dal prossimo 7 giugno in poi, il Museo etnografico Coumboscuro della civiltà provenzale alpina sarà aperto tutti i giorni, previa prenotazione. Festivi 10.00 / 12.00 – 15.00 / 18.00.

L’accesso al Museo sarà contingentato secondo le regole delle circolari emanate dalle istituzioni governative. Un addetto sarà destinato all’accoglienza ed al controllo dell’osservanza delle regole anti coronavirus. I visitatori dovranno avere la propria mascherina e fruire del servizio di igienizzazione, prima di accedere alla visita. Saranno formati gruppi di non più di 5 persone. Le visite saranno guidate con assistente formato. Entrata libera.

 

 

Comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium