/ Attualità

Attualità | 03 giugno 2020, 17:41

La pericolosità della strada provinciale “Paesana-Sanfront” al centro di un vertice tra Provincia e Comuni

L’incontro è in programma domani (4 giugno) in Municipio a Paesana. L’obiettivo delle Istituzioni sarà trovare una soluzione all’ormai annoso problema. Tenendo conto che le proposte messe “sul piatto” sinora –semaforo intelligente e rotatoria – si sono rivelate tutte inattuabili

Una dei cinque "sbocchi" sulla strada provinciale 26

Una dei cinque "sbocchi" sulla strada provinciale 26

L’elevata pericolosità della “Paesana-Sanfront”, un tratto di strada provinciale 26, finirà sui tavoli del Municipio di Paesana, dove domattina è in programma un incontro con Amministratori e tecnici della Provincia di Cuneo, l’ente competente sulla strada in questione.

Intorno al tavolo, oltre ai rappresentanti dell’Ente di Corso Nizza, il sindaco di Paesana Emanuele Vaudano e il sindaco di Sanfront, Emidio Meirone, in veste anche di presidente dell’Unione montana del Monviso.

Si tornerà quindi a parlare di un tratto “maledetto” di strada, scenario negli anni di decine di incidenti, alcuni anche gravi e mortali. L’ultimo, in ordine di tempo, è quello del 20 maggio, costato la vita al 26enne imperiese Never Milesi.

Un tratto in cui, su una curva abbatte la visibilità, si innestano cinque strade laterali.

Le auto che, dalle traverse, si trovano ad immettersi sulla Provinciale, sono esposte ad un rischio enorme.

L’obiettivo delle Istituzioni sarà trovare una soluzione all’ormai annoso problema. Tenendo conto che le proposte messe “sul piatto” sinora – un semaforo intelligente e una rotatoria – si sono rivelate tutte inattuabili.

Rimangono da percorrere due strade. Lo sbancamento di una fetta di terreni a sinistra della Provinciale (percorrendola in direzione Paesana) e il posizionamento di un autovelox fisso, attivo 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Due soluzioni, che possono essere adottate anche in tandem, che andrebbero ad agire su due dei maggiori problemi: la mancanza di visibilità e l’eccesso di velocità della maggior parte dei veicoli in transito.

Nicolò Bertola

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium