/ Politica

Politica | 04 giugno 2020, 17:51

Alba, Bolla rimette la fascia da vicesindaco. Per lui le deleghe a turismo e manifestazioni

Rimasto senza gruppo in Consiglio l’esponente di Fratelli d’Italia rinuncia ai precedenti incarichi e assume le pesanti competenze rimaste finora nelle mani del primo cittadino Carlo Bo. Chi lo sostituirà sul secondo scranno del Municipio rimasto vacante?

Alba, Bolla rimette la fascia da vicesindaco. Per lui le deleghe a turismo e manifestazioni

Un ritorno all’antico ventilato da molti già negli ultimi mesi dello scorso anno – e rimasto poi congelato finora anche forse per l’emergenza legata al Covid-19 – quello che il sindaco albese Carlo Bo ha formalizzato oggi, giovedì 4 giugno, nominando un membro della propria Giunta quale nuovo assessore con competenze su Turismo, Eventi, Manifestazioni e Città Creative Unesco.
 
Le deleghe, che per il primo anno di mandato sono state gestite direttamente dallo stesso primo cittadino, sono state ora attribuite a Emanuele Bolla, che contestualmente ha rimesso gli incarichi relativi a Politiche Giovanili, Informagiovani, Quartieri e Frazioni, Formazione e Lavoro, ma che nel frattempo ha fatto un passo indietro anche dall’incarico di vicesindaco, in questo senso dando corpo alle voci che da qualche tempo lo vedevano navigare in acque politicamente difficili, rimasto senza un sostegno consiliare dopo il passaggio del suo antico sodale Sebastiano Cavalli nel neonato gruppo "Alba Liberale".
 
“In questo momento difficile ho ritenuto necessario nominare un assessore ad hoc che possa occuparsi a tempo pieno del settore del turismo – è il commento arrivato dal sindaco Carlo Bo –. La mia scelta è ricaduta su Emanuele Bolla perché penso che abbia tutte le caratteristiche necessarie per ricoprire bene questo ruolo, che sarà centrale per la ripartenza della nostra città e del nostro territorio. Oggi il comparto legato al turismo ha di fronte sfide complesse e la nostra amministrazione è pronta a dare risposte concrete”.
 
“In questo primo anno ho lavorato quotidianamente a stretto contatto con il sindaco e gli sono grato per la fiducia che mi ha riconosciuto nell’attribuirmi queste deleghe che certamente saranno impegnative e strategiche per il futuro della nostra città – spiega invece il neo assessore al Turismo, Eventi, Manifestazioni e Città Creative Emanuele Bolla –. Nell’accettare questo nuovo mandato ho deciso di rimettere i miei incarichi precedenti, credo non compatibili in questo momento delicato con quello di assessore al Turismo. Ho preso questa decisione nella convinzione che l’interesse della comunità venga prima delle velleità personali. Nei prossimi mesi dovremo lavorare moltissimo e ho già in programma una serie di incontri con l'obiettivo di supportare un settore che dà lavoro a circa 12mila persone”.

Da Piazza Duomo nulla trapela invece sulla figura di chi – nel disegno politico del primo cittadino – dovrà andare a occupare la casella la seconda casella del Municipio, rimasta vacante.
Pare pressoché scontato come Bo dovrà compiere la propria scelta pescando nell’area del neonato gruppo consiliare, che ha raccolto sotto un’unica insegna lo stesso Cavalli (gruppo “Alba 2019”), Nadia Gomba (“Per Alba Cirio”) e Olinto Magara (gruppo “Carlotta Boffa”). Formazione alla quale vanno ovviamente ascritti anche il presidente del Consiglio comunale Domenico Boeri e l’attuale assessore alla Cultura. Nell’attesa di indicazioni ufficiali qualcuno ricorda però come proprio Carlotta Boffa nei mesi scorsi era stata per lungo tempo la più accreditata ad assumere le deleghe ora finite al collega di Giunta: sarà questo il disegno del sindaco?

C. S.

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium