/ Cronaca

Cronaca | 05 giugno 2020, 12:11

L’Arma ricorda i suoi caduti e fa il punto su un anno di impegno: in dodici mesi 46mila servizi preventivi e 12mila reati perseguiti

Alla Caserma "Gonzaga" di Cuneo cerimonia per il 206° dalla fondazione del corpo. Ricordati gli encomi conferiti ai Carabinieri distintisi in operazioni di servizio portate a termine con successo nella Granda e non solo: da Cherasco a Santo Stefano Belbo, da Cortemilia a Barge, passando per l'Olanda e il Kosovo

La commemorazione tenuta stamattina alla presenza del prefetto Giovanni Russo e del comandante provinciale dell'Arma, colonnello Pasquale Del Gaudio

La commemorazione tenuta stamattina alla presenza del prefetto Giovanni Russo e del comandante provinciale dell'Arma, colonnello Pasquale Del Gaudio

Oggi, 5 giugno 2020, i Carabinieri del Comando Provinciale di Cuneo celebrano la ricorrenza del 206° Annuale di Fondazione dell'Arma dei Carabinieri.
Quest’anno, attesa la particolare situazione legata all’emergenza sanitaria da Covid-19, la Caserma "Gonzaga" di Cuneo ha ospitato una breve cerimonia di commemorazione dei caduti alla presenza della massima autorità provinciale, il prefetto di Cuneo Giovanni Russo, e del colonnello Pasquale Del Gaudio, comandante provinciale dei Carabinieri di Cuneo.

Nella circostanza sono stati resi gli onori ai caduti ed è stata deposta una corona al cippo eretto in loro memoria.

La ricorrenza è stata l’occasione per fare un punto della situazione su quello che è stato l’impegno dei Carabinieri che operano nella provincia di Cuneo; in particolare nel periodo giugno 2019-maggio 2020 i reparti dipendenti hanno svolto oltre 46.700 servizi preventivi durante i quali sono state controllate 197.581 persone e 147.000 mezzi, perseguito 12.647 reati, segnalando all’autorità giudiziaria 4.727 autori di reati e tratto in arresto 423 persone.

Nel corso degli ultimi dodici mesi sono stati anche conferiti alcuni riconoscimenti ai Carabinieri del Comando Provinciale di Cuneo distintisi in particolari operazioni di servizio. A seguire l'elenco completo.


ENCOMI ED ELOGI


• ENCOMIO SEMPLICE del Comando Interregionale CC “Pastrengo” concesso al:
Mar. Ca. Roberto BUSSO, Stazione di Cherasco;
App. Sc. Q.S. Antonio ZUPO, Stazione di Cherasco;
Car. Riccardo LANDINI, Stazione di Sommariva del Bosco.

• ENCOMIO SEMPLICE del Comando Legione CC “Piemonte e Valle d’Aosta” concesso al:
Brig. Ca. Alessandro CAPIZZI, NOR Compagnia di Bra;
App. Sc. Francesco MERICO, NOR Compagnia di Bra;
App. Sc. Davide Augusto RISI, Stazione di Sommariva del Bosco,

tutti con la seguente motivazione:
“Evidenziando elevata professionalità, pronta determinazione ed alto senso del dovere, concorreva nelle ricerche di individuo che si era allontanato da casa per ignota destinazione esternando propositi suicidi. Dopo averlo rintracciato non esitava, unitamente a commilitone, ad intervenire in soccorso dell’individuo che dopo essersi cosparso di liquido infiammabile si era dato alle fiamme, riuscendo a domarle con un estintore ed evitando che il malcapitato patisse irreparabili conseguenze.”
Cherasco, 20 dicembre 2018


• ENCOMIO SEMPLICE del Comando Legione CC “Piemonte e Valle d’Aosta”, concesso ai seguenti militari, entrambi effettivi alla Stazione di Neive:
V.Brig. Giancarlo ROSSI;
Car. Sc. Christian VAIRA,

con la seguente motivazione:
“Dando prova di esemplare spirito d’iniziativa, generoso slancio e ferma determinazione, unitamente ad altro militare, riusciva a trarre in salvo un uomo che, sofferente di disagio psichico e in stato di ebbrezza alcolica, si era lasciato cadere da un balcone del primo piano di un edificio con una corda al collo”.
Santo Stefano Belbo, 19 ottobre 2019


• ENCOMIO SEMPLICE del Comando Legione CC “Sardegna”, concesso al Mar. Ord. Antonio CATAGNOTI, effettivo alla Stazione CC di Paesana,

con la seguente motivazione:
“Addetto a NOR di Compagnia distaccata, operante in territorio sensibile sotto il profilo dell’ordine e della Sicurezza Pubblica, evidenziando non comune senso del dovere, spirito di sacrificio e spiccato intuito investigativo, forniva determinante contributo a complessa e prolungata attività d’indagine nei confronti di un sodalizio criminale dedito al traffico internazionale di ingenti quantitativi di stupefacente. L’operazione si concludeva con l’arresto di ventidue persone, di cui dieci in esecuzione di misura cautelare, il deferimento in stato di libertà di altre trentanove, nonché il sequestro di un ingente quantitativo di sostanze stupefacenti, denaro contante e la disarticolazione del sodalizio criminale.”
Cagliari, Oristano e Olanda, settembre 2016 – luglio 2018.


• ENCOMIO SEMPLICE del Comando Legione Carabinieri “Piemonte e Valle d’Aosta”, concesso ai seguenti militari, entrambi effettivi alla Stazione di Cortemilia:
Mar. Magg. Alessandro CARLE;
Mar. Ord. Fabrizio RAMORINO,

con la seguente motivazione:
“Evidenziando non comune professionalità, spiccato acume investigativo e incondizionata dedizione, partecipava a complessa attività d’indagine nei confronti di operatori socio-sanitari autori di violenze in danno degli anziani ospiti di una casa di riposo. L’operazione, che riscuoteva il plauso delle autorità e dell’opinione pubblica, si concludeva con la denuncia all’Autorità Giudiziaria di otto persone, tre delle quali raggiunte da provvedimento cautelare.”
Cortemilia, febbraio – luglio 2019


• ENCOMIO SEMPLICE del Comando Legione Carabinieri “Piemonte e Valle d’Aosta”, concesso ai seguenti militari in servizio al Nucleo Investigativo di Cuneo, alla Compagnia di Saluzzo e alla Stazione di Barge:
Cap. (ora in cong.) Giampaolo CANU;
Cap. Giuseppe BELTEMPO;
Lgt. C.S. Silvio F. TONELLO;
Lgt. C.S. Natale DISTEFANO;
Lgt. C.S. Giancarlo USAI;
Lgt. C.S. Roberto LECCA;
Mar. Magg. Roberto TRIBOLO;
Mar. Magg. Cristiano CARDILLO;
Mar. Magg. Niko LUCIANO;
Mar. Magg. Emanuele SALVICCHI;
Mar. Guglielmo MANFREDI;
Brig. Ca. Oscar KASERMANN;
V.Brig. Puddu FLORIAN;
Car. Sc. Vincenzo NAPOLANO;
Car. Roberto RAMADORI,

con la seguente motivazione:
“Evidenziando esemplare abnegazione, spiccato intuito investigativo e profondo senso del dovere, partecipava ad articolata attività d’indagine che consentiva di arrestare l’autore di efferato omicidio di anziana donna a scopo di rapina. L’operazione riscuoteva il pubblico e unanime plauso, esaltando il prestigio e l’immagine dell’Istituzione”.
Barge, 23 gennaio 2019 – luglio 2019.


• ELOGIO del Reggimento MSU KFOR di Pristina (Kosovo) concesso al Mar. Magg. Dario FRANZONI effettivo al NOR della Compagnia di Mondovì, con la seguente motivazione:
“Capo cellula GI del Reggimento MSU, inquadrato nella missione NATO-KFOR “JOINT ENTERPRISE” (Kosovo), ha assolto i compiti affidatigli con altissimo senso del dovere, instancabile slancio e vivo entusiasmo, palesando doti umane, caratteriali e militari di pregevolissimo livello accompagnato e sorretto da eccezionale competenza, serietà e perizia. È stato un perfetto esecutore delle procedure in ambito NATO, nonché, è emerso per il costante, non comune impegno e paziente abnegazione con la quale si dedicato, senza risparmio alcuno di energie, all’assolvimento dei delicati incarichi affidatigli. L’apporto fornito è stato determinante per la soluzione delle numerose problematiche afferenti la gestione del personale militare e civile. Sicuro punto di riferimento per superiori e colleghi, ha saputo offrire una preziosa e qualificata opera di pianificazione e organizzazione delle attività del Reggimento MSU che, frutto della sua incondizionata dedizione al servizio e dell’altissimo senso di responsabilità, hanno contribuito a mantenere alto, nell’ampio contesto multinazionale l’immagine e il prestigio del Reggimento MSU e dell’Arma dei Carabinieri”-
Pristina (Kosovo), 28 gennaio 2020.

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium