/ Attualità

Attualità | 06 giugno 2020, 09:15

Verzuolo: per alleggerire il traffico di Tir su via Roma, la Burgo pensa ad un progetto per differenziare l’entrata e l’uscita dei camion

Continuano anche i controlli su acqua e odori derivanti dagli scarichi: l'azienda si è impegnata a potenziare il filtro del depuratore. Confermata la volontà di realizzare una bretella provvisoria per i Tir, salvaguardando via Papò

Veduta aerea della Burgo di Verzuolo

Veduta aerea della Burgo di Verzuolo

Alla vigilia della Giornata mondiale dell’ambiente che si celebra oggi in tutto il mondo, come preannunciato nell’incontro del 28 maggio con l’assessore regionale ai Trasporti Marco Gabusi, l’Amministrazione comunale di Verzuolo, con il sindaco GianCarlo Panero e l’assessore Mattia Quaglia, hanno incontrato la direzione della Burgo per parlare delle problematiche legate al traffico in via Roma, all'acqua del bedale e ai cattivi odori.

L’obiettivo dell’Amministrazione comunale è conciliare la convivenza tra le questioni ambientali e quelle legate al lavoro con il mantenimento dei posti di lavoro a Verzuolo e quindi del reddito, tanto più in un momento di crisi come quello attuale.

TRAFFICO IN VIA ROMA

Per risolvere nell’immediato il problema l’azienda sta elaborando un progetto per differenziare l’entrata e l’uscita dei camion, consentendo ai tir di non sostare in via Roma.

Continua l’impegno per realizzare, nel breve periodo, il progetto della bretella provvisoria, funzionale anche all’azienda Tonoli, ridurrebbe il flusso di mezzi pesanti, salvaguardando comunque località Papó.

Resta sul tavolo anche il progetto di lungo periodo per deviare il traffico da frazione Falicetto, difficoltà che emerge da almeno un ventennio.

ACQUA E PUZZA

In aggiunta agli autocontrolli aziendali della Burgo, da fine 2019 ad oggi, anche in seguito alla riconversione, gli Enti preposti (Arpa Piemonte e Provincia di Cuneo) hanno costantemente monitorato la situazione, effettuando analisi su diversi campioni.

Arpa e Provincia confermano come non ci siano rischi per la salute. Nonostante ció l’azienda è impegnata a potenziare il filtro del depuratore per migliorare la qualità dell’acqua e a trovare una soluzione per stoccare la "cartaccia" in un magazzino esterno.

Infine, il Comune ha comunque richiesto nei giorni scorsi all’Arpa l’installazione di una stazione mobile di rilevazione della qualità dell’aria.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium