/ Attualità

Attualità | 08 giugno 2020, 12:20

La Regione garantisce il ritorno dei treni sulla Saluzzo-Savigliano. Calderoni: “È troppo chiedere di conoscere una data certa?”

Paolo Demarchi, consigliere comunale e regionale, aveva garantito: “Linea sospesa proprio in periodo di pandemia. A breve sarà ripristinato il trasporto su ferro”. Il sindaco: “Sono trascorsi altri 12 giorni: quel ‘a breve’ di Demarchi e Gabusi corrisponde a giorni, settimane o, peggio, mesi?”

Il sindaco Calderoni nel giorno della riattivazione del trasporto ferroviario sulla linea

Il sindaco Calderoni nel giorno della riattivazione del trasporto ferroviario sulla linea

È troppo chiedere di conoscere una data certa per la ripresa del servizio?”.

Mauro Calderoni, sindaco di Saluzzo, torna sulla questione (ampiamente discussa anche nell’ultimo Consiglio comunale) della linea ferroviaria Saluzzo-Savigliano.

Il trasporto su rotaia tra le due città, sospeso nel 2012 dalla Giunta regionale Cota e riattivato nel 2019, è stato nuovamente “congelato”, stando a quanto conferma la Regione, per l’emergenza Covid-19.

Così ha detto, proprio nell’ultima assemblea cittadina Paolo Demarchi, consigliere comunale e, al contempo, regionale.

Questa linea, insieme ad altre linee piemontesi, sono state sospese proprio in periodo di pandemia. – erano state le sue parole – A breve su questa linea, come su tutte le altre linee, sarà ripristinato il trasporto su ferro. Ho parlato con l’assessore regionale ai trasporti, Marco Gabusi, e assolutamente si è detto che questa linea deve riaprire al più presto.

Tornerà il servizio, sì favore a pendolari, ma anche per tutte quante le città di Saluzzo e di Savigliano”.

Da allora – afferma oggi (8 giugno) Calderoni – sono trascorsi altri 12 giorni: quel ‘a breve’ di Demarchi e Gabusi corrisponde a giorni, settimane o, peggio, mesi? Il disinteresse di una certa impostazione politico-culturale per la mobilità pubblica nelle aree interne è noto: basti ricordare la paternità della soppressione del servizio decretata nel 2012.

Ci sono voluti anni di lavoro dell’Agenzia Mobilità del Piemonte, nel cui Cda ho rappresentato il Bacino Cuneese dal 2015 al 2019 per la riattivazione della linea, frutto della collaborazione con l’allora assessore regionale ai Trasporti Francesco Balocco ed il consigliere regionale Paolo Allemano”.

L’ultimo Consiglio comunale aveva approvato un ordine del giorno ad hoc per “pungolare” la Regione, sollecitando il ripristino delle corse sulla linea ferroviaria. La mozione era stata illustrata dal consigliere di maggioranza Roberto Revelli: “Non vorrei mai – aveva detto – che qualcuno possa pensare di usare pandemia per privare definitivamente la Città di Saluzzo di un servizio così essenziale”.

Nicolò Bertola

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium