/ Attualità

Attualità | 10 giugno 2020, 18:00

Il Silb Cuneo a Roma per protestare contro il silenzio sul settore dell’intrattenimento

Toselli: “Servono contributi e una riduzione dell’Iva al 10%, aiuti concreti per affitti e spese per la ripartenza”

In foto da sinistra Federica Toselli, presidente Silb Cuneo, Maurizio Pasca, presidente Silb nazionale e

In foto da sinistra Federica Toselli, presidente Silb Cuneo, Maurizio Pasca, presidente Silb nazionale e

Anche Federica Toselli era presente alla manifestazione del Silb - Sindacato Italiano Locali da Ballo, di cui è presidente provinciale di Cuneo, che si è svolta oggi a Roma. L’iniziativa a cui ha preso parte la sezione cuneese del sindacato, che aderisce a Confcommercio Imprese per l'Italia della provincia di Cuneo e Associazione Albergatori ed Operatori Turistici della provincia di Cuneo, è stata organizzata per protestare contro il silenzio assordante nei confronti del settore dell'intrattenimento e dei locali da ballo.  

In attesa del decreto che stabilirà le nuove linee guida per la riapertura dei locali notturni (distanziamento di due metri in pista, un metro se con la mascherina e solo per i locali all’aperto, bar con servizio asporto e ingressi contingentati), atteso per il 15 giugno, i rappresentanti di categoria hanno deciso di manifestare così la propria indignazione e chiedere al Governo una aiuto concreto. 

“Servono contributi, una riduzione dell'Iva al 10%, aiuti concreti per affitti e spese sostenute per la ripartenza alle nostre Imprese del settore, il silenzio fa rumore!” spiega Toselli. 

 Presenti alla manifestazione che si è tenuta in piazza Montecitorio anche Maurizio Pasca, presidente Silb nazionale, e Matteo Salvini

Al momento nel Cuneese non sono previste altre manifestazioni da parte del sindacato. 

Chiara Gallo

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium