/ Attualità

Attualità | 10 giugno 2020, 16:01

Primaria “Primo Levi” di Fossano, Lamberti fa il punto: "Ristrutturazione prevista a partire dal 2021"

L'istituto si è trovato al centro delle polemiche a causa del grave stato di degrado in cui versa, e ha visto partire i lavori di manutenzione straordinaria; l'assessore: "Si tratta di un’opera che assume una posizione prioritaria per la nostra amministrazione"

Primaria “Primo Levi” di Fossano, Lamberti fa il punto: "Ristrutturazione prevista a partire dal 2021"

La vicenda della scuola primaria “Primo Levi” di Fossano rappresenta un argomento molto sentito dai fossanesi. La scuola di via Federico Sacco, infatti, è chiusa ormai da oltre due anni, da quando a inizio 2018 fu chiusa con un’ordinanza che ne impediva l’utilizzo per consentire attività di messa in sicurezza.

Per studenti, insegnanti e famiglie è iniziato, nei mesi immediatamente successivi, un periodo difficile con le aule temporaneamente ospitate in diverse sedi fino alla soluzione individuata nei locali di Palazzo Tesauro.

Nel frattempo la scuola Primo Levi è stata al centro delle polemiche per il degrado in cui versa in attesa che siano realizzati i lavori di manutenzione straordinaria: tra erbacce e intrusioni l’area del cantiere in questi due anni ha perso progressivamente l’aspetto di una scuola accogliente per trasformarsi inesorabilmente in un edificio dall’aspetto fatiscente. In questi mesi sono partiti i lavori di riqualificazione delle fondazioni per i requisiti di staticità interrotti dall’emergenza Covid-19 e rallentati dalla presenza di tubazioni contenenti amianto.

A un anno dal cambio alla guida della città dall’amministrazione Sordella a quella Tallone, l’assessore ai Lavori Pubblici Angelo Lamberti ha fatto il punto della situazione sui lavori in corso.

Pubblichiamo interamente la relazione che l’assessore Lamberti ha inviato alla nostra redazione.

In riferimento alla delicata vicenda che interessa la scuola primaria “Primo Levi”, in qualità di Assessore ai LL.PP. ritengo doveroso fornire alcuni chiarimenti.

Tra le opere pubbliche in corso di realizzazione, che questo Assessorato ha ereditato dall’Amministrazione del Sindaco Sordella, assume una posizione prioritaria la vicenda relativa all’inagibilità della scuola primaria “Primo Levi” di via Federico Sacco, n. 3, a causa del forte impatto negativo sul tessuto sociale della città.

Infatti, con l’ordinanza contingibile e urgente n. 7035 del 10 gennaio 2018, emessa dal Sindaco a suo tempo in carica, il plesso scolastico è stato chiuso in conformità ai risultati di un'apposita relazione tecnica che rilevava l’inopportunità dell’utilizzo dei locali determinata dal “potenziale lento assestamento di una parte delle fondazioni” che esponeva a pericolo l’incolumità delle persone.

In conseguenza della suddetta ordinanza la Giunta Comunale, nel corso dell’anno 2018, con apposite deliberazioni ha autorizzato la progettazione e la realizzazione della messa in sicurezza della struttura attraverso vari passaggi tecnico-burocratici richiesti dalla Legge al fine di porre in essere la corretta procedura dell’intervento.

Più precisamente, la Giunta comunale - dopo aver disposto con deliberazione n. 13 del 23/1/2018 il documento di fattibilità delle alternative progettuali in conformità del D.Lgs. n. 50/2016, impostando la riqualificazione funzionale, strutturale, energetica e della sicurezza dell’immobile in oggetto – ha approvato con la deliberazione n. 99 del 17/4/2018 lo studio di fattibilità tecnica economica dell’intervento per l’importo complessivo di € 3.700.000,00.

Previa approvazione da parte del Consiglio Comunale del 17 aprile 2018 della variazione n.01 al piano triennale delle opere pubbliche 2018-2019-2020, con l’inserimento della previsione dell’intervento in oggetto, la Giunta comunale con deliberazioni n. 289 del 29/10/2018 e n. 416 del 18/12/2018 ha approvato, rispettivamente, il progetto definitivo e quello esecutivo dei lavori.

Il finanziamento dell’opera è stato possibile utilizzando l’assegnazione degli “spazi finanziari” per l’anno 2018 concessi agli Enti Locali dal Ministero dell’Economia e delle Finanze con D.M. n. 20970 del 9 febbraio 2018; con tale assegnazione il Comune di Fossano ha potuto beneficiare di un importo complessivo di € 7.600.000,00, di cui € 4.760.000,00 per edilizia scolastica, tra cui risultano € 3.700.000,00 per la realizzazione dell’opera in esame.

Con l’approvazione del progetto in data 18 dicembre 2018 è stata prevista la messa in sicurezza dell’edificio per un importo di € 348.699,10 oltre IVA, che rappresenta la prima fase dei lavori; intervento di carattere strutturale dovuto all’inagibilità dell’immobile, in quanto la parte strutturale rappresenta la parte prioritaria diretta a stabilizzare il degrado statico, impedendo ulteriori danni.

Ultimata la gara di appalto avviata con determinazione a contrarre n.1154 del 20/12/2018, l’aggiudicazione è avvenuta con determinazione n. 567 del 26/7/2019 del dirigente.

I lavori sono iniziati il 16 dicembre 2019 e sono attualmente in corso; tuttavia, si evidenzia che oltre alla sospensione dei lavori dovuta all’emergenza Covid 19, si è verificato un imprevisto che ha determinato il rallentamento delle attività in cantiere causato dal ritrovamento di tubazioni contenenti amianto; pertanto, il completamento di questa prima fase degli interventi strutturali è prevista per la fine del mese di settembre 2020.

Dopo l'aggiudicazione e l'avvio dei lavori di consolidamento strutturale dell'immobile, con determinazione n. 765 del 14/10/2019 del dirigente del dipartimento tecnico è stata avviata la gara di appalto per la scelta del progettista per la progettazione e direzione lavori per la realizzazione della seconda fase dei lavori, dell'importo complessivo di € 3.351.300,90, che riguarda essenzialmente la ristrutturazione complessiva del plesso scolastico in esame.

Tale fase riguarda principalmente la rifunzionalizzazione degli spazi aula, degli spazi connettivi e comuni che implicano una ridefinizione delle architetture scolastiche.

Elemento fondamentale di tale ristrutturazione sarà costituito dall'accessibilità alle informazioni, alle banche dati ed all'accesso alle rete sia via cavo che attraverso una Wi-Fi diffusa in tutti gli ambienti.

In questa seconda fase dei lavori, in conformità ai più moderni indirizzi della progettazione degli edifici scolastici e dell'efficientamento energetico, saranno utilizzate tecniche innovative e fonti energetiche rinnovabili.

La gara per la scelta del progettista e la successiva aggiudicazione sono in fase conclusiva; ne consegue che una volta affidata la progettazione dei lavori, che richiederà un tempo di circa sei mesi, l'avvio concreto della ristrutturazione dell'immobile è previsto a partire dal 2021."

Agata Pagani

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium