/ Scuole e corsi

Scuole e corsi | 12 giugno 2020, 19:15

Dai balconi della Granda e di tutta Italia le immagini del flashmob "Andremo tutti a scuola" (FOTO)

Il movimento nato a Savigliano per chiedere al Governo maggiore attenzione sulla scuola per tutti. "Una modalità di insegnamento che non può sostituire la lezione frontale e che esaspera le diseguaglianze sociali"

Dai balconi della Granda e di tutta Italia le immagini del flashmob "Andremo tutti a scuola" (FOTO)

In tanti dalla Granda e da tutta Italia hanno aderito al primo flashmob lanciato dal movimento "Andremo tutti a scuola" nato nelle settimane scorse a Savigliano.

L’ondata di maltempo che ha colpito buona parte dell’Italia non ha scoraggiato organizzatori e partecipanti, che hanno risposto all’iniziativa esponendo da balconi, porte e cancelli gli zaini di scuola, rimasti inutilizzati per mesi, da quando l’epidemia ha imposto la chiusura delle scuole.

L’evento si poneva come obiettivo principale quello di ricordare anche a chi non è direttamente coinvolto che c’è una fetta di paese, quella fatta da studenti, famiglie e docenti, che rischia di non poter ripartire dopo il coronavirus.

"Al momento attuale mancano gli spazi, il personale e le risorse per garantire un rientro di tutti in aula rispettando le linee guida del Comitato tecnico-scientifico. Contrariamente agli annunci e alle promesse, non è affatto scontato che con la ripresa di settembre non ritorni anche la didattica a distanza. Una modalità di insegnamento che non può sostituire la lezione frontale e che esaspera le diseguaglianze sociali. L’Italia occupa costantemente le ultime posizioni per quanto riguarda la porzione di budget statale dedicata all’istruzione". 

Le attività di "Andremo tutti a scuola" non si fermeranno a un flashmob, ma proseguiranno per sensibilizzare il Governo e la società sull’importanza fondamentale della formazione, di formulare soluzioni realizzabili e di sollecitare le istituzioni a trovare maggiori risorse per la scuola.

“Sono molto soddisfatto dell'adesione a questo primo evento – commenta il coordinatore di Andremo tutti a scuola Luca Meinardi -. Ne seguiranno altri perché pensiamo che si debba mantenere l'attenzione alta sull'argomento, per poter far rientrare i nostri ragazzi e ragazze tutti a scuola a settembre. Intanto ringraziamo i partecipanti!  A presto!”.

c.g.

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium