/ Attualità

Attualità | 13 giugno 2020, 13:30

Il santuario di Valmala apre per la stagione dei pellegrini

Domani, domenica 14 maggio con la Messa solenne presieduta dal vescovo Bodo. Un rete di associazioni garantirà l’accoglienza dei fedeli in sicurezza. In loco un ambulatorio medico gestito dal Cisom con il servizio ambulanza di Croce Rossa. Da luglio 2 messe al giorno

Il santuario di Valmala,la processione con la statua della Madonna della Misericordia

Il santuario di Valmala,la processione con la statua della Madonna della Misericordia

 

Domani, domenica 14 giugno alle 16 con una Messa solenne presieduta dal Vescovo di Saluzzo monsignor Cristiano Bodo, apre il santuario di Valmala, il santuario più importante della Diocesi Saluzzo, meta di pellegrinaggio conosciuta in tutto il Piemonte dove si venera la Madonna della Misericordia.

La celebrazione eucaristica sarà preceduta, alle 15.15 dalla preghiera del Santo Rosario meditato. In considerazione delle misure per la prevenzione del contagio non si svolgerà il tradizionale pellegrinaggio a piedi dal paese, come non è  stato organizzato quest’anno  il servizio bus verso il santuario spiega il  rettore del Santuario don Federico Riba.

Rispetto al programma di celebrazioni degli anni precedenti le messe sono ridotte: nel mese di giugno i giorni feriali dal lunedì al  sabato la celebrazione si svolgerà alle 16 mentre per la domenica sono previste 2 messe: alle 10 e alle 16. Luglio e  agosto tutti i giorni funzione alle 10 e 16.

“La riapertura che avviene un mese in ritardo rispetto alla date precedenti, è possibile grazie all’aiuto di una rete di associazioni ( Cisom, Croce Rossa, Unitalsi Saluzzo, Protezione civile, Associazione Medici cattolici e  associazione Carabinieri) che garantiranno  il rispetto del protocollo di sicurezza  e di distanziamento diffuso dal Governo e dalla CEI, disciplinando l’accesso all’edificio religioso e controllando la situazione esterna di chi assisterà alle funzioni trasmesse mediante un impianto audio, come l’area pic nic e ristorazione". 

Grazie ad un accordo con il rettore di Valmala, il pro sindaco del municipio Andrea Picco e  il sindaco di Busca Marco Gallo è stato allestito un ambulatorio medico ( ricavato in 2 locali dell’ex centro sportivo) con l’attrezzatura necessaria per il primo soccorso. All’interno il Cisom (Corpo Italiano di Soccorso dell’Ordine di Malta)  presterà servizio  fino al 31 agosto, con un medico, un infermiere e due barellieri. Saranno coinvolti volontari dell’Ordine di Malta provenienti da tutti i gruppi piemontesi e il gruppo di Cuneo, guidato dal dottor Giovanni Milano  garantirà il coordinamento tra le varie squadre per rendere continuativo il servizio: “Come Cisom ci teniamo molto a questa iniziativa che gestiremo in stretta collaborazione con la Croce Rossa e con le altre associazioni in una rete di volontari, ognuno con un proprio compito ben definito e tutti di pari dignità e impegno nell’obbiettivo comune di garantire assistenza sanitaria e accoglienza sicura ai fedeli”

C’è un  legame storico tra il santuario  e l’Ordine ospitaliero di Malta. Tra il Trecento e l’Ottocento Valmala è stata infatti commenda dell’Ordine di Malta e ancora oggi le insegne comunali ne portano i simboli: la croce a otto punte simbolo delle otto Beatitudini evangeliche. 

“Questo è un anno molto particolare – conclude don Riba -  e per la situazione  di contenimento contagio ci affidiamo al massimo senso di responsabilità di  tutti i pellegrini  che si recheranno al Santuario. Consigliamo inoltre, a chi ne ha la possibilità,  di  prediligere  i giorni infrasettimanali per salire a Valmala".

Tutte le informazioni relative alle iniziative del  santuario saranno consultabili sul bollettino online inserito sul sito: www.santuariovalmala.it.

 

vilma brignone

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium