/ Attualità

Attualità | 16 giugno 2020, 15:31

Vaccino anti Covid-19, a fine anno si darà il via alla distribuzione, ma non sarà gratuita

Lorenzo Wittum (AstraZenica Italia) ha fatto il punto della situazione ad Agorà, programma di Rai 3: “Lo stiamo producendo. Per l’Europa sono previste 400 milioni di dosi, praticamente tutti avranno accesso al vaccino”

Vaccino anti Covid-19, a fine anno si darà il via alla distribuzione, ma non sarà gratuita

Ci siamo! La corsa al vaccino per il Covid-19 è scattata. Moltissime le aziende che stanno portando avanti studi e test per trovare finalmente una soluzione contro il virus che ci ha stravolto la vita.

Lorenzo Wittum, presidente di AstraZeneca Italia, ha fatto il punto della situazione nella serata di lunedì 15 giugno durante un intervento ad Agorà, programma in onda su Rai 3.

La sperimentazione clinica - ha detto - è ancora in corso. Fino a quando non ci saranno i risultati sull’uomo, che si concluderanno a settembre, non potremo sapere se questo vaccino è efficace. Siamo fiduciosi che funzioni. Le prime fasi sono andate bene, siamo nell’ultima fase, quella della sperimentazione su migliaia di volontari per verificare che effettivamente protegga dal contagio da coronavirus Sars-CoV-2”.

Per quanto riguarda i tempi, il vaccino contro il Covid-19 non sarà pronto prima di settembre e saranno distribuite milioni di dosi in tutta Europa.

Per l’Europa sono previste 400 milioni di dosi. La popolazione europea è di circa 450 milioni di persone, quindi praticamente tutti - ha aggiunto il presidente di AstraZeneca Italia -. Avremo diverse decine di milioni di dosi pronte prima della fine dell’anno e poi nei primi mesi del 2021 arriveranno il resto delle dosi”.

L’azienda farmaceutica AstraZeneca Italia si è impegnata ad assicurare una produzione di dosi su scala globale del vaccino anti-Covid. A fine anno si darà il via alla distribuzione, ma non sarà gratuita, come ha spiegato lo stesso Wittum: “AstraZeneca ha preso un impegno di produrre 2 miliardi di dosi con l’obiettivo di avere un accesso ampio, equo e senza alcun profitto durante la fase della pandemia. Posso dire che il costo del vaccino sarà di pochi euro per distribuirlo. Inizieremo verso fine anno a distribuire ed entro la fine dell’estate avremo i risultati dei test clinici di efficacia”.

 

Sulla modalità di distribuzione, Lorenzo Wittum è stato chiaro: “È una decisione che dovranno prendere in Europa. I 4 Paesi dell’alleanza - Italia, Francia, Germania e Olanda - insieme all’Unione europea stanno definendo i meccanismi di allocazione”. Bella news.

Silvia Gullino

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium