/ Attualità

Attualità | 17 giugno 2020, 09:15

Rocca Cigliè: avviati i lavori per l'arrivo della banda ultra larga

Intervento curato da Open Fiber nell'ambito del bando pubblico di Infratel. Il sindaco, Luigi Ferrua: "Così si abbatte il digital divide"

Rocca Cigliè: avviati i lavori per l'arrivo della banda ultra larga

Anche a Rocca Cigliè hanno preso ufficialmente il via i lavori per la predisposizione delle tubazioni e dei pozzetti a servizio della fibra ottica. L'intervento è a cura della società Open Fiber ed è inserito nell'ambito del bando pubblico di Infratel (società del Ministero dello Sviluppo Economico) per la copertura delle aree bianche del Piemonte.

"Nello specifico - spiegano dal municipio -, la rete si sviluppa per circa un chilometro nel centro paese, dove verrà installato apposito armadietto per la diramazione della fibra. Scendendo nei dettagli più tecnici, l'infrastruttura dorsale sarà cablata con la fibra ottica e la parte terminale verso gli utenti più periferici in rame, garantendo una velocità di 50/25 Mbps. Per una parte dell'opera, verranno utilizzare le reti elettriche esistenti, sia aeree che interrate, onde limitare l'impatto ambientale delle lavorazioni.

Terminati i lavori di predisposizioni delle tubazioni, nelle prossime settimane saranno posate le fibre ottiche. Per vederle però attive e avere il servizio di rete dati bisognerà attendere ancora qualche mese, in quanto sono necessari altri lavori nei Comuni limitrofi"
.

Il sindaco, Luigi Ferrua, visionato a suo tempo il progetto iniziale, è riuscito a far estendere maggiormente la rete, ma, purtroppo, non vi sarà la copertura totale con la fibra in tutto il capoluogo. In ogni caso, i progettisti hanno assicurato che comunque tutti gli utenti potranno essere connessi al servizio.

"Oggi assistiamo - dichiara Ferrua - ad un primo passo verso la futura connessione veloce della rete anche nelle nostre aree. Non vi sarà più il divario digitale con le città e le famiglie potranno valutare di lavorare in smart working e vivere nei nostri Comuni, in quanto non saremo più aree marginali".

Alessandro Nidi

Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium