/ Attualità

Attualità | 29 giugno 2020, 19:00

Anche il cuneese Emanuele Rizzi tra i finalisti del Premio Chiara Giovani 2020

Il giovane di Frabosa Sottana partecipa al concorso con il testo "La forma della pioggia"

Anche il cuneese Emanuele Rizzi tra i finalisti del Premio Chiara Giovani 2020

C'è anche il giovane cuneese Emanuele Rizzi, classe 1999, di Frabosa Sottana, tra i finalisti al Premio Chiara Giovani 2020, il concorso di scrittura creativa organizzato dal Premio Chiara, maggior premio letterario italiano dedicato al racconto, giunto alla XXXII edizione.

Il Premio Chiara Giovani 2020, promosso dall’Associazione Amici di Piero Chiara con il contributo di Regione Lombardia e con il patrocinio e il sostegno di diversi enti pubblici e privati tra cui Repubblica e Cantone Ticino, Fondazione AEM gruppo a2a, Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus, Comunità di Lavoro Regio Insubrica, con la collaborazione dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Varese e della Lombardia, era riservato a giovani di 15-25 anni, italiani e svizzero-italiani, invitati a produrre un racconto inedito sulla traccia “Acqua”. 

Rizzi partecipa al concorso con il testo "La forma della pioggia": l’acqua prende la forma di cui più abbiamo bisogno, così come la pioggia. Può essere un angoletto di conforto o, se non la si comprendo, un qualcosa da cui proteggersi. Per me, è stato un modo per mostrare il mio amore a quella ragazza sconosciuta.

Alla luce dell’emergenza sanitaria, la partecipazione è stata resa solo online, senza invio cartaceo. La segreteria ha ricevuto la cifra record di 381 racconti, pervenuti da tutta Italia, dal Canton Ticino e dalla Repubblica di San Marino. “Si tratta di un numero di racconti – sottolinea il presidente della Giuria Tecnica – di cui ci dichiariamo molto soddisfatti e che dimostra come questo concorso letterario, nato nella terra insubrica, sia diventato oggi una consolidata realtà nazionale”. La Giuria Tecnica, presieduta da Salvatore Consolo, dirigente Liceo Classico Cairoli Varese, e composta da Michele Airoldi, docente al Liceo Cavalieri di Verbania e presidente Associazione Culturale LetterAltura, Paola Benetti, referente Ufficio Scolastico Territoriale Varese, Cristina Boracchi, dirigente Liceo Crespi Busto Arsizio, Marco Corso, giornalista di Varesenews, Marco Farè, docente ed esperto di comunicazione, Simone Fornara, docente alla SUPSI di Lugano, Pier Paolo Pedrini, docente di scuola superiore e ricercatore, ha selezionato i finalisti, che sono pubblicati in un volume. La Giuria dei Lettori, composta da 150 giurati italiani e ticinesi, riceverà il volume con i racconti finalisti e con i suoi voti decreterà il vincitore e la classifica dei premiati.

 

Redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium