/ Curiosità

Curiosità | 29 giugno 2020, 15:39

Cirio ringrazia Gian Maria Aliberti Gerbotto per il suo impegno contro il bullismo

L’ultimo romanzo dello scrittore e docente saluzzese lo condanna fortemente

Cirio ringrazia Gian Maria Aliberti Gerbotto per il suo impegno contro il bullismo

Il presidente Alberto Cirio ha ricevuto in Regione il giornalista e scrittore saluzzese Gian Maria Aliberti Gerbotto.

Il governatore del Piemonte ha voluto complimentarsi con il docente 48enne per il suo impegno contro il bullismo a scuola che emerge tra le righe del suo ultimo romanzo “Io sono + forte” la cui trama è interamente incentrata su questo spinoso tema. 

“Desidero complimentarmi con lei per l’impegno nella lotta contro Il bullismo che bene traspare dal suo ultimo libro. Si tratta di un tema importante al centro dell’attenzione della mia amministrazione. La ringrazio per l’impegno in merito ancor più rilevante oggi alla luce dell’impatto che la pandemia ha avuto nella vita dei giovani, in particolare nel mondo della scuola». Si legge nella preziosa pergamena consegnata dall'Onorevole ad Aliberti Gerbotto, che dall'anno scorso insegna presso l’Afp di Dronero e Verzuolo.

Una copia del libro è stata poi recapitata anche all'Assessore piemontese all''Istruzione. 

Aliberti oltre a scrivere per i più diffusi settimanali nazionali, ormai da tre anni ha intrapreso con successo anche la carriera televisiva ed è ora spesso protagonista su Rai 1 dei programmi della notte di Gigi Marzullo. 

Oltre ai suoi ultimi romanzi gialli, lo scrittore ha al suo attivo già una decina di libri pubblicati da case editrici del calibro di Piemme e Mondadori, dedicati però al mondo dei vip che Aliberti conosce bene dopo dieci anni di collaborazione con il settimanale Vanity Fair. I loro proventi furono sempre donati in beneficenza alla ricerca sul cancro e questo nel 2010 gli valse la nomina da parte del Presidente Giorgio Napolitano, a Cavaliere al Merito della Repubblica. 

I suoi ultimi romanzi sono stati tutti donati all’Unione Italiani Ciechi per essere trasformati in audiolibri e poi resi fruibili gratuitamente dai 50mila ipovedenti d’Italia.

Comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium