/ Agricoltura

Agricoltura | 29 giugno 2020, 11:58

Consorzio Roero, Francesco Monchiero al timone per un nuovo triennio

Dopo sette anni di presidenza, il produttore canalese confermato all'unanimità alla guida dell'ente di tutela, ora pronto a strutturarsi con una sede, un direttore e progetti di promozione in Italia e all’estero

Consorzio Roero, Francesco Monchiero al timone per un nuovo triennio

Un aumento delle vendite del Roero del 38% in volume e in valore in sette anni, un diffuso incremento di valore del terreno, l’accorta politica di gestione della crescita della denominazione, arrivata a 1.200 ettari vitati con un piano per gli impianti volto a garantire un aumento controllato e progressivo.

Sono solo alcuni dei risultati ottenuti dal Consorzio Tutela Roero nei sette anni di presidenza di Francesco Monchiero.
Un approccio che ha portato Monchiero ad affrontare in modo attivo anche un momento difficile come quello determinato dal Covid-19, proponendo e ottenendo dalla Regione il finanziamento di interventi strutturali indirizzati a superare la complessa situazione sui mercati.
Al momento del rinnovo delle cariche, nessun altro associato si è pertanto candidato e la richiesta di restare è stata unanime.

Il prossimo triennio si presenta altrettanto intenso: “Il primo obiettivo – spiega – sarà quello di creare una sede del Consorzio strutturata con un direttore, a cui si affiancheranno i progetti di promozione in Italia e all’estero, in particolare negli Stati Uniti e in Svizzera”.

La prossima iniziativa in questo senso sarà in autunno il Roero Wine Week, settimana di promozione che coinvolgerà ristoratori del Piemonte e di tutta Italia. Tornerà nel 2021, invece, Roero Days, la più importante manifestazione della denominazione, che si svolgerà alla Reggia di Venaria Reale ad aprile.

C. S.

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium