/ Attualità

Attualità | 30 giugno 2020, 12:45

Niente tir in Valle Roya: Cuneo pronta a trattare con i sindaci francesi per le deroghe

Ieri sera (lunedì 30 giugno) in consiglio comunale la discussione dell'ordine del giorno a firma Fratelli d'Italia: prima della prossima assemblea si terrà l'incontro tra la III^ commissione e le autorità francesi di confine

Niente tir in Valle Roya: Cuneo pronta a trattare con i sindaci francesi per le deroghe

Non è stato votato perché ritirato, ma non si può certo dire che l’ordine del giorno presentato in consiglio comunale a Cuneo dal gruppo Fratelli d’Italia – il primo da quando il consigliere Alberto Coggiola, ex Moderati, si è unito a Massimo Garnero – non abbia dato i suoi frutti.

Il documento, infatti, chiedeva alla Giunta di favorire la realizzazione di un tavolo di lavoro con le comunità locali della Valle Roya per individuare i possibili spazi di deroga all’ordinanza del 6 dicembre 2017, che impedisce ai veicoli di massa superiore alle 19 tonnellate di percorrere la RD6204. Un divieto “discriminatorio e ben poco rispettoso per l’ambiente” ha assicurato Garnero: “La RD deve essere messa a disposizione per i commerci dei territori limitrofi, da sempre congiunti con quelli francesi nello spazio economico e culturale”.

Ma il problema, con un ordine del giorno di questo tipo, è che – come ha ben sottolineato l’assessore Mauro Mantelli – Cuneo non può pronunciarsi da sola in questa tematica. È per questo che tutti gli interventi dei consiglieri comunali hanno puntato l’attenzione sulla necessità di convocare una commissione dedicata; un appuntamento che Tiziana Revelli – presidente proprio della commissione competente – ha indicato come necessario coinvolga anche i sindaci della Valle Vermenagna perché possano fornire spunti utili in materia, e direttamente quelli della Valle Roya.

Tutti capiamo la difficoltà degli operatori di alcuni comparti produttivi, ma i nostri rapporti con i sindaci francesi firmatari delle ordinanze non possono essere di conflitto: il passaggio dei mezzi pesanti nei loro paesi è davvero intollerabile – ha sottolineato Ugo Sturlese - . Stiamo cercando di rimettere in sesto i rapporti con la Francia dal punto di vista della viabilità, non credo sia opportuno approvare un ordine del giorno del genere senza almeno provare a discuterne”.

Una posizione che vede l’appoggio anche di “Beppe” Lauria: “Se fossi al posto dei sindaci della valle farei lo stesso e, anzi, sottolineo che a Demonte esiste una situazione molto simile. Ci sono delle possibilità alternative per superare questa situazione? Magari una tratta autostradale a prezzo agevolato?

Una discussione che arriva da lontano, questa – ha assicurato Luca Pellegrino - . Non possiamo fare muro contro muro con le autorità francesi, bisogna trovare accordi e modi di raggiungere deroghe specifiche: il ruolo di una città capoluogo come Cuneo va oltre il pensare alle vite dei soli cittadini del Comune”.

Ma non solo. L’assessore Mantelli ha allargato il campo di discussione: “Dobbiamo fare un ragionamento con non comprenda solo il Tenda ma anche e soprattutto il “nuovo” tunnel e il ruolo e la funzione che avrà la RD una volta che sarà terminato. Facciamo una commissione per spiegare quel che è maturato in questi anni, guardiamo al quadro generale, io sono assolutamente disposto a convocare i sindaci delle due valli; attenzione, però, che le cose stanno cambiando, il sistema logistico sta cambiando. E guardiamoci attorno: ciò che è successo a livello politico ed elettorale nel Sud della Francia in questi giorni è da tenere in considerazione, perché se la sinistra e i Verdi vincono in luoghi dove fino a qualche tempo fa era impensabile, è perché alcuni argomenti stanno diventando sempre più attuali e importanti”.

Niente votazione dell’ordine del giorno, quindi, ma la promessa – tutto il consiglio testimone – da parte dell’assessore Mantelli, del presidente del Consiglio Alessandro Spedale e dalla presidente di commissione Tiziana Revelli di convocare la commissione sul tempo il prima possibile.

simone giraudi

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium