/ Attualità

Attualità | 01 luglio 2020, 10:00

Montaldo Mondovì: il progetto "Roa Marenca. Un sentiero che unisce", procede con un webinar organizzato in collaborazione con UNCEM Piemonte

Un’occasione per conoscere da vicino un sentiero lungo 150 chilometri con 40 mila anni di storia tutta da scoprire e vivere

Montaldo Mondovì: il progetto "Roa Marenca. Un sentiero che unisce", procede con un webinar organizzato in collaborazione con UNCEM Piemonte

Il comune di Montaldo di Mondovì, in collaborazione con UNCEM Piemonte, organizza il webinar “Roa Marenca -Un sentiero che unisce-“ per illustrare gli sviluppi attuali e futuri, del progetto iniziato nel 2017 e realizzato nell’autunno del 2019.

Il comune, che si era già fatto parte attiva, come capofila, dell’ambizioso progetto ideato e progettato da Marco Quaranta e Maurizio Pagliarini l’ha promosso e realizzato con la collaborazione della Commissione Cultura che, in sinergia con Comune di Montaldo di Mondovì e l’amministrazione comunale di Loano, hanno permesso di far diventare realtà, questo sentiero il 18 settembre dello scorso anno. Roa Marenca, oggi unisce virtualmente i comuni dell’alto monregalese e del finalese, su un percorso unicum per le peculiarità intrinseche a livello nazionale. Il webinar, aperto a tutti, sarà visibile con diretta Facebook sulla pagina dell’UNCEM Piemonte oppure collegandosi al link : https://global.gotomeeting.com/join/821181165 

Sono invitati a partecipare al webinar, oltre alla regione Piemonte, Liguria, ATL Cuneese e della provincia di Savona, tutte le amministrazioni comunali che hanno aderito al progetto e concesso il loro patrocinio che sono, per la parte piemontese, Ormea, Garessio, Frabosa Soprana, Roburent, Pamparato, Alto e Caprauna mentre per la parte ligure sono Bardineto, Calizzano, Boissano, Castelvecchio di Rocca Bardena, Giustenice, Toirano ed Erli. Il sentiero che, per la quasi totalità, viene percorso su strade bianche o ciottolato per oltre 150 km e quasi 8 mila metri di dislivello, percorribile a piedi, in ebike/mtb e a cavallo, ha preso il nome di Roa Marenca, in onore dell’omonima frazione di epoca Romana presente nel comune, la quale, era già attraversata da un’antica via che portava al mare e del quale ne ha conservato il nome. La Roa Marenca non è solo un sentiero, ma un viaggio nella storia e dentro sé stessi, tra le Alpi Liguri e la Riviera, che vede la sua partenza dal sito archeologico del Castello di Montaldo, già antico insediamento di una comunità di “Ligures montani”.

Grazie a questo insediamento, diventato poi il fulcro di sviluppo del paese, si è svolta l’articolata storia dell’intero borgo. Un viaggio tra cime, cielo e mare che lungo sentieri dalle origini antichissime, spazia dal Paleolitico Inferiore, all’età del Ferro, dall’epoca romana, al Medioevo all’epoca napoleonica, come testimoniano i reperti archeologici di alcuni comuni. Oggi come allora, la Roa Marenca unirà, in un percorso “Esclusivo e unico” nel suo genere, l’aspetto turistico, storico, sociale, culturale ed enogastronomico dei luoghi che attraversa. Il sentiero maestro che, partendo da Montaldo di Mondovì attraversa Ormea, Caprauna, Garessio, Castelvecchio di Rocca Barbena, Erli e Bardineto, per giungere a Loano o viceversa, vuol essere più che un percorso segnato su una mappa, un “Modello e punto di riferimento”, al quale si potrà collegare chiunque sposi le finalità per le quali è nato questo progetto, ovvero, di far rivivere i nostri territorii creando flusso turistico ed economia. Il tracciato privilegiato per com’è stato realizzato è un percorso ricco di fascino e di emozioni generate dal silenzio, dai grandi orizzonti che si incontrano percorrendolo e che accompagneranno il viandante alla scoperta di un patrimonio storico, ambientale culturale e agroalimentare di inestimabile valore. Quello che in passato serviva per lo più per scambi di tipo commerciale, oggi può essere valorizzato, a beneficio di tutti, in un link di collegamento tra le regioni Piemonte e Liguria che potrebbe tramutarsi in una vera risorsa economica, con una valenza a livello internazionale di enorme valore per le nostre terre.

Comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium