/ Economia

Economia | 01 luglio 2020, 16:53

Olio di CBD: proprietà e benefici

La struttura chimica del CBD è stata scoperta nel 1963, ma è stata sotto i riflettori per alcuni anni, in quanto il cannabidiolo (CBD) viene estratto dalla pianta di cannabis

Olio di CBD: proprietà e benefici

La struttura chimica del CBD è stata scoperta nel 1963, ma è stata sotto i riflettori per alcuni anni, in quanto il cannabidiolo (CBD) viene estratto dalla pianta di cannabis. Oggi, la cannabis medica è legale in molti paesi. Il CBD è una molecola che può trasformarsi in diversi modi. In questo articolo parleremo del CBD nella sua forma più autentica: l'olio di CBD . Inizieremo con la definizione e quindi le sue origini e vantaggi.

Cannabidiolo: CBD, che cos'è?

Il cannabidiolo è un cannabinoide appartenente alla pianta di cannabis. Ci sono 200 cannabinoidi nella canapa, il più noto è il THC. Tuttavia, la molecola di CBD non è psicoattiva come il THC. Numerosi studi hanno dimostrato che il CBD può avere un potenziale terapeutico molto grande al fine di curare molte malattie o almeno aiutarle nella loro cura. Tuttavia, il fatto che il CBD sia associato a una pianta psicotropa come la cannabis complica la sua integrazione in campo medico.

Origine dell'olio di CBD

L'olio di CBD è l'essenza della molecola direttamente estratta dalla pianta. In effetti, a seconda dei diversi tipi di cannabis, il livello di CBD può variare, quindi con questo tipo di estrazione è possibile raccogliere un olio con un alto livello di CBD. Gli oli esistono in diverse concentrazioni per soddisfare le diverse esigenze dei suoi utenti

Come si consuma l'olio di CBD?

È possibile ingerire olio di CBD versando alcune gocce sulla lingua o su una zolletta di zucchero. Idealmente, si può anche usare una tisana o un tè con CBD diluito.

I vantaggi del CBD

Il CBD agisce sul sistema nervoso per ridurre le informazioni relative a dolore, ansia e angoscia. Il nostro corpo è progettato per ricevere e usare cannabinoidi. Le donne producono queste sostanze durante l'allattamento. Questi recettori sono chiamati CB1 quando si trovano nel sistema nervoso centrale e nel cervello e CB2 quando si trovano negli organi e nel sistema immunitario. Si dice che il CBD agisca su ansia, dolore, nausea, artrosi, diabete, malattie cardiovascolari e come protezione degli occhi contro il glaucoma. Non dimentichiamo l'effetto anti-tumorale, molte donne con carcinoma mammario hanno visto un miglioramento usando il trattamento con CBD. In effetti, questo cannabinoide mira a eliminare le cellule danneggiate o vittime di anomalie al fine di sostituirle.


MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium