/ Attualità

Attualità | 02 luglio 2020, 19:46

Santo Stefano Roero costretto ad aumentare Imu e Irpef per ripianare il disavanzo fino al 2032

Comuneroero interviene sulla questione denunciando una "situazione disastrosa". Il sindaco Costa: " Il disavanzo dovuto ad anticipi su contributi legati ad opere pubbliche"

Santo Stefano Roero costretto ad aumentare Imu e Irpef per ripianare il disavanzo fino al 2032

L'Associazione Comuneroero capitanato da Cesare Cuniberto intende fornire alla popolazione una trasparente informazione, in particolare per quei Comuni dove manca la contro voce del gruppo di minoranza. 

In merito interviene sul Consiglio comunale di Santo Stefano Roero tenutosi in videoconferenza di lunedì 29 giugno, dove sono stati approvati all’unanimità tutti i 12 punti presenti all’ordine del giorno. 

Tra i più rilevanti deliberati nel corso dell'assemblea il sodalizio roerino segnala:

- il consuntivo 2019 che conferma un saldo negativo di -116 mila euro;

- il disavanzo complessivo della sanzione attorno a -1.327.000 euro;

- il ricorso alla procedura di riequilibrio finanziario di lungo periodo (13anni);

-avvalersi del “fondo di rotazione”;

-aumentare tutte le aliquote possibili (Imu e Irpef) ai valori massimi consentiti dalla legge (Imu 1.06%, Irpef 0,8%). Aumenti questi ultimi due che dovrebbero garantire all’Ente maggiori entrate pari a 135mila euro all'anno.

 

 

 

"Salvo qualche piccolo dettaglio, la situazione si conferma disastrosa come già denunciammo lo scorso febbraio. I cittadini santostefanesi dovranno abituarsi a pagare il massimo delle imposte per tredici anni e a registrare, a causa del contenimento dei costi, l’erogazione essenziale dei servizi - commenta Cesare Cuniberto, presidente dell'Associazione Comuneroero, che inoltre incalza sull'applauso sollecitato in chiusura di Consiglio dal vice sindaco Maiolo al sindaco Giuseppe Costa perchè ritenuto “in gamba” per come sta gestendo questa fase critica:

"Se la cantano e se la suonano e si battono le mani e i cittadini pagano!"

 

Abbiamo sentito al telefono il sindaco di Santo Stefano Roero, Giuseppe Costa, che in merito risponde" La Corte dei Conti ha rilevato un disavanzo, saremo costretti ad aumentare le aliquote delle imposte comunali al massimo. Recupereremo l'evasione fiscale a partire dal 2016 fino ad oggi, affidando l'incarico ad una ditta specializzata. Intanto stiamo cercando di recuperare la parte relativa ai contributi per le opere pubbliche che noi come Comune abbiamo anticipato per poter portare avanti i lavori. Tutti i fondi di crediti li abbiamo tenuti al massimo potenziale come coperture per i tributi. Confido che con l'impegno che ci metterò nel recuperare la parte di contributi ancora in sospeso riusciremo a rientrare prima del 2032"

Tiziana Fantino

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium