/ Attualità

Attualità | 07 luglio 2020, 14:50

"Orangotango, lavami i pavimenti!": gli insulti razzisti e sessisti di un giovane monregalese diventano un caso nazionale (VIDEO)

Il filmato, rilanciato dai canali social di "Abolizione del suffragio universale", sta riscuotendo migliaia di commenti di sdegno, fra cui anche quelli di alcuni vip, come le cantanti Emma, Fiorella Mannoia e Paola Turci

"Orangotango, lavami i pavimenti!": gli insulti razzisti e sessisti di un giovane monregalese diventano un caso nazionale (VIDEO)

Sono bastati un post su Facebook e un tweet su Twitter per riaccendere il putiferio e fargli acquisire, questa volta, una rilevanza di livello nazionale. I canali social di "Abolizione del suffragio universale" hanno riproposto in queste ore il video integrale dei gravi insulti razzisti e sessisti pronunciati nei confronti di una donna di colore da Marco Rossi, giovane monregalese tesserato per la società calcistica Monregale.

Di seguito, le parole di "Abolizione del suffragio universale": "Queste sono le abominevoli parole rilasciate da Marco Rossi, giocatore del Monregale calcio. Le riportiamo integralmente, precisando che la sua società sportiva non ha ancora provveduto a cacciarlo dalla rosa. Anzi, dopo aver promesso chiarimenti (19 giugno, comunicato su Facebook), non solo si è trincerata in un pietoso silenzio, ma ha iniziato a bannare decine di utenti in cerca di aggiornamenti; su Instagram, invece, i commenti sono stati persino disabilitati".

Dal club fanno sapere che al momento non ci si vuole esprimere ufficialmente sulla vicenda e che saranno le convocazioni, alla ripresa dell'attività agonistica, a rivelare la decisione assunta.

Prese di posizione nette e inequivocabili, invece, giungono da tre cantanti italiane, Emma ("Abominevole. Il picco massimo dell'ignoranza. Il degrado"), Fiorella Mannoia ("Microcefali viziatini") e Paola Turci ("Incapace di intendere e di volere"), che su Twitter condannano fermamente l'accaduto e prendono le distanze dai concetti espressi nel filmato.

Di seguito, ecco un estratto delle dichiarazioni pronunciate dal ragazzo in diretta su Instagram: giudicate voi.

"In poche parole c'è una ne*ra di m**** che pensa di avere dei diritti, e tra l'altro sta ne*ra è pure donna, quindi già 'donna' e 'diritti' non dovrebbero stare nella stessa frase, in più se aggiungi un 'ne*ra'… Quindi fa già ridere così, no? 'Sto orangotango del ca**o ha avuto la brillante idea di denunciarmi per falsa testimonianza [...]. Però, per principio, non mi devi rompere il ca**o, anche perché you are black. In poche parole io adesso dovrei pagare la macchina a una solo perché sa fare il cous cous [...]. Devo pagare la macchina a te, sempre se si può chiamare macchina quella m*rda di triciclo che c'hai. Tr*ia, lavami i pavimenti!".



PER LEGGERE LA REPLICA DELLA SOCIETA' MONREGALE CLICCA QUI

 

Alessandro Nidi

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium