/ Economia

Economia | 07 luglio 2020, 15:22

Perché si sono confusi prestiti e garanzie? Se ne parla in regione Veneto con Beppe Ghisolfi

L'esponente europeo e mondiale delle casse di risparmio relatore, oggi pomeriggio, in un seminario web con l'assessore Elena Dozzan, Monica Trucchi e Serena Billio

Perché si sono confusi prestiti e garanzie? Se ne parla in regione Veneto con Beppe Ghisolfi

L'istituzione di una garanzia bancaria pubblica equivale alla concessione di un prestito in liquidità? La risposta è NO.

L'emergenza, da sanitaria a economico-finanziaria, è diventata terminologica. Arrivata a quest'ultimo stadio, ha finito per aggravare il già deteriorato clima delle attese tra le piccole e medie imprese, moltissime delle quali a conduzione individuale e familiare, che in non pochi casi, per effetto del vortice di informazioni mediatiche e governative martellanti e ogni giorno diverse, confondevano il prestito automatico con la garanzia automatica e con il fondo perduto.  

Una questione che il Banchiere e scrittore Beppe Ghisolfi - attuale Vicepresidente e Tesoriere del Gruppo europeo e Consigliere del Gruppo mondiale delle Casse di risparmio e Consigliere nazionale del CNEL designato dall'ABI - ha sollevato in più di una circostanza nel corso delle proprie considerazioni espresse nelle dirette televisive nazionali alle quali ha preso parte, dalla 7 alla RAI, durante gli ultimi tre mesi di chiusura forzata di pressoché tutte le attività aziendali, oggi peraltro ripartite solo in un caso su tre proprio per effetto della sopravvenuta e prevedibile crisi di liquidità. 

La Regione Veneto, particolarmente attenta ai temi dell'educazione finanziaria e promotrice di una legge in materia che rappresenta un modello nazionale sul quale lo stesso Ghisolfi intervenne favorevolmente nello scorso autunno a Venezia, ha rinnovato il proprio impegno patrocinando un fondamentale seminario web organizzato assieme alla prestigiosa Università Ca' Foscari dal titolo "Educazione finanziaria in tempo di decreti". 

Il Banchiere europeo e mondiale e saggista di origini fossanesi - attualmente ottavo nelle classifiche italiane IBS nella categoria della Narrativa finanziaria personale e familiare con il proprio Manuale di navigazione sulle Fondazioni bancarie - sarà coadiuvato, nella tavola rotonda fissata per oggi pomeriggio dalle ore 16 alle ore 18,30, dalla Professoressa Universitaria di Ca' Foscari, Serena Trucchi. Il convegno sarà introdotto dal saluto dell'Assessore all'Istruzione, Formazione, Lavoro e Pari Opportunità Elena Donazzan, esponente della Giunta guidata dal Governatore Luca Zaia, e coordinato dalla Professoressa Monica Billio, Direttrice del Dipartimento di Economia veneziano. 

Perché il concetto di garanzia è stato confuso e sovrapposto a quello di liquidità? Parimenti, perché non è stata fatta la necessaria chiarezza fra il principio di automatismo della garanzia e quello dell'automatismo del prestito, con il conseguente deterioramento delle attese di chi, in buona fede, riteneva che gli Istituti di credito potessero procedere a erogazioni senza istruttoria, mentre invece i decreti Conte non avevano assolutamente cancellato la valutazione obbligatoria del merito creditizio in capo alle Banche? 

Le risposte oggi nel pomeriggio. 

La partecipazione al seminario web è gratuita, compilando il formato al seguente link: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-leducazione-finanziaria-in-tempi-di-decreti-110257683700

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium