/ Attualità

Attualità | 07 luglio 2020, 09:00

"L’altra faccia del Milan": dalla penna dell’albese Enrico Fonte il volto più autentico del tifo rossonero

Nel volume del giornalista albese straordinarie storie di passione rossonera da venti Paesi del mondo, insieme a contenuti speciali e interviste eslusive a Franco Baresi e Valentina Giacinti

Enrico Fonte, ad Anfield per il match tra vecchie glorie di Liverpool e Milan

Enrico Fonte, ad Anfield per il match tra vecchie glorie di Liverpool e Milan

Tifare rossonero aiuta, ma non è indispensabile per gustare le storie di tifo contenute nelle 280 fitte pagine di "L’altra faccia del Milan", fatica editoriale uscita dalla bella penna di Enrico Fonte, fresca di stampa per i tipi di Milan Reporter Editore.

Un titolo non casuale, quello che il giornalista albese ha scelto come filo conduttore di un viaggio iniziato negli anni in cui l’apprezzata firma di alcune importanti testate locali era un giovane supporter attivo nel club "Alba Rossonera". Proseguito da cronista, quando Fonte, dopo aver varcato i cancelli del centro sportivo di Milanello, ha coronato il sogno di raccontare le partite dei rossoneri dalla tribuna stampa di San Siro, inviato per alcuni noti giornali online milanisti. E culminato nel marzo 2019, quando dall’Inghilterra ha documentato l’amichevole benefica tra le leggende di Liverpool e Milan giocata nel tempio calcistico di Anfield.

"Proprio in terra inglese ho conosciuto milanisti provenienti da ogni angolo del pianeta – spiega Fonte, che sempre nello scorso anno ha lanciato il progetto editoriale “Milan Reporter” – . Da lì l’idea di realizzare un libro che avesse per protagonisti non i campioni e i trionfi della nostra squadra del cuore, ma i tifosi e le loro appassionanti vicende. Appunto, l’altra faccia del Milan, quella più autentica".

Ecco allora i racconti che hanno per protagonisti Ronald, indonesiano, che ha chiamato la figlia "Nesta", e Steve, maltese, che ha allestito nella propria abitazione un museo dedicato alla squadra del cuore. Oppure l’italiano Antonio, che detiene il record mondiale di ingressi al museo di Casa Milan, oppure Ricardo, brasiliano, che indossa la divisa rossonera per partecipare ai campionati di calcio da tavolo sudamericano. Poi Giovanni, che trasforma i campionissimi rossoneri in bellissime statue di gesso, e il lussemburghese Gianni, tifoso numero uno al mondo di Gianni Rivera. E, ancora: Luigi e Colombo, “milanologi” d'eccezione; e Danilo, l’uomo che sventola la bandiera “6 Baresi” in Curva Sud; poi gli autori dello striscione “Marco Nico” che campeggia a San Siro da una vita, e la commovente lettera che i fratelli Alex ed Enzo hanno rivolto al padre, milanista Doc, scomparso a causa del Coronavirus.

Trentasei tifosi rappresentativi di venti nazioni. Storie raccolte tra Usa, Argentina, Cile, Libano, Indonesia, Malesia e Australia, fra gli altri. E in Francia, dove Cristiano, responsabile dei servizi sanitari del Paris Saint-Germain, ha "confessato" la sua simpatia per il Diavolo e ha parlato dell'amicizia con Thiago Silva, fino alle interviste a Peter Linde, lo scultore che in Svezia ha realizzato la statua di Zlatan Ibrahimovic, e ai Kamp Seedorf, collettivo di artisti di strada olandesi che, in nome dell'ex numero 10 rossonero, colorano le periferie delle grandi città con murales semi-permanenti dedicati ai personaggi più eccentrici della storia del calcio.

Seguono le immagini di alcuni dei più calorosi Milan club del mondo (da Buenos Aires al Kosovo, dalla Georgia al Marocco, dall'India a Hong Kong) che introducono la seconda parte, in cui trovano spazio i racconti di tifose rossonere davvero appassionate. In questa sezione picca l'intervista esclusiva al capitano del Milan femminile e bomber della Nazionale azzurra Valentina Giacinti.

Tra la seconda e la terza parte i "contenuti speciali", con un racconto che celebra i giocatori nordici passati per i colori rossoneri e con sette grafiche che ricordano le formazioni rossonere che hanno conquistato la Coppa dei Campioni.

La terza e ultima sezione è un tripudio di milanismo, con le interviste al giornalista Luca Serafini, ad alcuni ex giocatori del Milan approdati in prima squadra dopo la trafila nel settore giovanile, come Daino, Saudati, Marzorati, Perticone, e ad Harvey Esajas, amico di Seedorf, riuscito a giocare una manciata di minuti col Milan al termine di un commovente cammino di rinascita sportiva e spirituale. A seguire, il colloquio con Filippo Galli e il racconto dell'incontro con Paolo Maldini. Infine, il gran finale con l’intervista esclusiva all'espressione del milanismo più autentico: Franco Baresi.

Oltre a omaggiare tutti i tifosi milanisti del mondo, il volume vuole essere un "mezzo" per fare del bene: l'autore ha infatti deciso di devolvere il ricavato della vendita del libro a favore dei progetti sociali della Fondazione Milan, cui è affidata la prefazione.

Il tutto accompagnato da 400 foto, molte delle quali inedite, che rendono ancora più emozionante questo "diario" dalle forti tinte rosse e nere.

Il libro è disponibile su Amazon in italiano ("L'altra faccia del Milan") e in inglese ("The other face of AC Milan"), nei formati ebook e cartaceo.

E. M.

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium