/ Attualità

Attualità | 08 luglio 2020, 19:18

Da Bra l'appello di Andrey Golubev, tennista dal cuore grande (VIDEO)

Tra allenamenti e tanta voglia di tornare a giocare, il giocatore russo che nella città della Zizzola ha ottenuto la cittadinanza italiana invita ad aiutare la famiglia della piccola Sofia, bambina affetta dalla rara sindrome Sma1

Andrey Golubev (Foto di Robbie Mendelson)

Andrey Golubev (Foto di Robbie Mendelson)


Nato in Russia nel 1987, kazaco di passaporto ma italiano d’adozione (da molti anni vive infatti a Bra, dove ha anche ottenuto la cittadinanza italiana), Andrey Golubev è stato numero 33 al mondo nel 2010, vincendo, proprio in quella stagione, l’unico torneo Atp della sua carriera ad Amburgo.

Oggi dopo due anni di stop, a 32 anni d’età, sta vivendo una nuova carriera agonistica, essendo passato dal singolare al doppio. Se non fossero stati fermati dall’emergenza sanitaria, che ha bloccato tutti i tornei, ma anche ogni forma di allenamento, Andrey e il suo compagno di doppio Aleksandr Nedovyesov starebbero già facendo parlare di loro con gli ottimi risultati ottenuti nei Challenger di Bangkok e Quimper. Ma gli allenamenti continuano e il “kazaco d’Italia”, come lo ha definito qualcuno, è pronto per rimettersi in gioco.

Quello che però ci ha portato a incontrarlo, in questa occasione, non è stato il tennis, ma il grande cuore di Andrey, che recentemente ha lanciato un appello per aiutare la piccola Sofia, quasi 5 mesi, affetta da Sma1. 

Per aiutare la piccola e la sua famiglia, come ci spiega Andrey nell’intervista video, è stato attivato un canale in rete per raccolta fondi.

Entrando nel sito si legge:


“Cari amici,
sono un caro amico della famiglia di Anastasia e Vladimir. Vivono in Russia e hanno tre bellissime figlie: Elina, Mila e Sofia.
Sofia ha appena compiuto 4 mesi e due settimane fa le è stata diagnosticata la Sma 1: atrofia del muscolo spinale, che è una malattia genetica rara, grave e in rapido progresso. Per ora esiste un solo prodotto farmaceutico al mondo, che può salvare la vita di Sofia e si chiama "Zolgensma" - è un prodotto svizzero. L'iniezione viene somministrata per via endovenosa una volta nella vita e agisce a livello genico sostituendo il gene mutante. Se l’intervento viene eseguito prima che il bambino compia 6 mesi, il bambino può avere una vita normale.
Questa iniezione è il prodotto farmaceutico più costoso al mondo: 2,125 milioni di dollari. È terribile rendersi conto che non puoi salvare tuo figlio perché non hai abbastanza soldi per il trattamento. La famiglia sta facendo tutto il possibile. Fanno molta terapia di supporto e nel frattempo cercano di raccogliere la quantità necessaria di soldi per acquistare il prodotto farmaceutico”.

“Ognuno di noi può aiutare e dare una possibilità a Sofia –
conclude Andrey - Un piccolo aiuto da parte di tutti, non necessariamente economico, basta anche ripubblicare il nostro messaggio sul proprio social network, potrà fare la differenza!”.

Noi abbiamo aderito al suo appello, nel nostro piccolo cerchiamo di dare una mano, sperando che in tanti possano dare un aiuto, anche soltanto facendo “girare” l’appello.
Il sito dove è possibile fare le donazioni è a questo indirizzo, mentre la storia di Sofia potete seguirla su Instagram (https://www.instagram.com/helpsofiadarbinyan/) o direttamente sul profilo Instagram del tennista stesso: https://www.instagram.com/andreygolubev87/.
Grazie a chi vorrà contribuire.

Andrea Olimpi

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium