/ Attualità

Attualità | 08 luglio 2020, 17:53

Verduno, ultime battute per il trasloco. Pronto soccorso e reparti operativi da domenica 19 luglio (VIDEO)

L’Asl Cn2 ha scelto il penultimo fine settimana del mese per trasferire le ultime Soc e i degenti ancora ricoverati al "San Lazzaro" di Alba. Per consentire lo spostamento nella prossima settimana saranno sospese le attività chirurgiche non urgenti

Verduno, ultime battute per il trasloco. Pronto soccorso e reparti operativi da domenica 19 luglio (VIDEO)

Nuovo ospedale, ci siamo. E’ fissato alle ore 8 di domenica 19 luglio il momento che segnerà la definitiva e completa entrata in funzione del presidio intitolato alla memoria di Michele e Pietro Ferrero.

A comunicarlo, nel corso di una conferenza stampa in corso presso la hall del presidio, il governatore della Regione Piemonte Alberto Cirio, insieme all’assessore regionale alla Sanità Luigi Genesio Icardi, ai vertici dell’Asl Cn2, guidati dal direttore generale Massimo Veglio, e quelli della Fondazione Nuovo Ospedale Alba Bra Onlus, con in testa il presidente Bruno Ceretto.

"Alle ore 8 di domenica 19 luglio diventerà operativo il Pronto Soccorso e con esso tutta la struttura del Dipartimento di Emergenza e Accettazione (Dea), comprese la Rianimazione, il Servizio di Emodinamica, il Blocco Parto e le sale operatorie, nonché la totalità dei reparti tuttora presenti ad Alba", ha spiegato in apertura d’incontro il direttore generale Veglio, aggiungendo poi che nelle giornate di sabato 18 e domenica 19 luglio "verranno trasferiti i pazienti degenti presso il San Lazzaro di Alba, presidio che, alla stessa ora della domenica, cesserà la sua attività come Pronto Soccorso e come sede di ricovero ospedaliero", mentre "il Santo Spirito di Bra è già stato chiuso come attività di Pronto Soccorso e di ricovero dal maggio scorso".

Dopo aver ricordato come, "allo scopo di facilitare le operazioni di trasferimento, in quelle giornate sarà opportuno ricorrere al Pronto Soccorso solo se strettamente necessario" (l’invito è quindi a ricorrere in prima battuta, là dove possibile, al proprio Medico di Medicina Generale, al Pediatra di Libera Scelta o al Servizio di Continuità Assistenziale) il direttore generale ha poi enumerato i servizi già oggi operativi a Verduno: la Medicina Interna; il Reparto Covid e l’area dei cosiddetti pazienti “grigi” (in attesa di definizione diagnostica nel sospetto di infezione Covid); l’Endoscopia Digestiva; gli ambulatori e il Day Hospital di Oncologia ed Ematologia; l’ambulatorio di Terapia Antalgica; gli Ambulatori Ospedalieri di Neuropsichiatria Infantile; il Laboratorio Analisi; l’Anatomia Patologica; la Radiologia (RX tradizionale, TC, RM).

Già trasferiti e operativi sono anche la Direzione Medica di Presidio (Dmp); la Direzione delle Professioni Sanitarie (Dipsa); il Servizio Tecnico e quello Informatico; il Servizio di Prevenzione e Protezione; la cucina centrale e il servizio mensa.

Sono invece in corso gli allestimenti degli spazi operativi di degenza e gli altri ambulatoriali ospedalieri, mentre nel corso della settimana prossima verranno trasferite Farmacia Ospedaliera e Dialisi Peritoneale.

Sempre dalla prossima settimana verrà sospesa l’attività non in urgenza (interventi chirurgici) e vi è un accordo con il 118 e con le Asl confinanti per evitare, se non strettamente necessario, il trasporto di urgenze presso il Pronto Soccorso dell’Asl Cn2, allo scopo di ridurre il numero di pazienti da trasferire da Alba a Verduno il 18 e 19 luglio.

 

I NUMERI DELL’OSPEDALE

Il presidio Ospedaliero Michele e Pietro Ferrero di Verduno sarà dotato di:
- 339 posti letto di ricovero ordinario (di cui attualmente 55 utilizzabili per pazienti Covid o “grigi”);
- 74 posti letto di ricovero in ciclo diurno (Day Hospital e Day Surgery);
- 52 posti letto “polifunzionali” in disponibilità;
- 2 Piastre ambulatoriali per ambulatori di secondo livello e ambulatori specialistici
dedicati;
- Laboratorio Analisi;
- Radiologia;
- Area endoscopia digestiva;
- Emodinamica h 24 7/7;
- Blocco parto con 1 sala operatoria dedicata e 3 sale parto;
- 11 sale operatorie di cui una robotica ed una ibrida.

Presso il Presidio di Verduno saranno poi disponibili i servizi amministrativi di accettazione ospedaliera, prenotazione per visite specialistiche e prestazioni diagnostiche ambulatoriali, cassa, scelta e revoca medico di medicina generale e pediatra.

Presso le sedi distrettuali non si modificherà l’attuale offerta di servizi; ad Alba e Bra permarranno tutte le attività specialistiche (poliambulatori, consultori, screening), diagnostiche (centri prelievo, radiologia tradizionale, ecografia), di prevenzione (vaccinazioni, medicina legale) e amministrative (Sportello Unico e Cup) di primo accesso già presenti.


COSA  CI SARA’ A VERDUNO?

• Pronto Soccorso e Dea
• Attività di ricovero ordinario e in ciclo diurno (Day Hospital e Day Surgery)
• Radiologia tradizionale, TAC, risonanza magnetica, radiologia interventistica
• Prestazioni specialistiche di secondo livello


COSA RESTERÀ AD ALBA

Ospedale “San Lazzaro”
• Punto Prelievi, con le limitazioni di accesso attualmente imposte dal Covid;
• Radiologia, per radiografie ed ecografie
• Alcuni ambulatori specialistici

Sedi distrettuali così come localizzate oggi
• Sportelli amministrativi in via Vida
• Ambulatori specialistici di via Diaz e via Vida ed altri in via di attivazione con particolare riferimento ai percorsi di cronicità;
• Medicina dello sport in via Vida;
• Consultorio familiare, ostetrico e neonatale per “Percorso nascita” in via Diaz;
• Riabilitazione e Recupero Funzionale (visite e trattamenti) in via Toti;
• Neuropsichiatria infantile in via Como
• SERD in corso Coppino
• Guardia Medica (Continuità Assistenziale) la notte e i prefestivi/festivi presso la sede della Croce Rossa in via Ognissanti;
• USCA presso la sede della Croce Rossa in via Ognissanti;
• Ambulatorio infermieristico in via Vida;
• Distretto (direzione e uffici) in via Vida;
• Medicina legale in via Galimberti;
• Vaccinazioni ed altre attività di prevenzione in via Vida.


COSA RESTERÀ A BRA

Ospedale “Santo Spirito”
• Sportelli amministrativi;
• Punto Prelievi, con le limitazioni di accesso attualmente imposte dal Covid;
• Radiologia, per radiografie ed ecografie;
• Senologia (con mammografia e ecografia) e attività di Prevenzione Serena;
• Ambulatori specialistici oggi esistenti e altri in via di attivazione con particolare riferimento ai percorsi di cronicità;
• Hospice;
• Medicina dello sport;
• Consultorio familiare, ostetrico e neonatale per “Percorso nascita”;
• Riabilitazione e Recupero Funzionale (visite e trattamenti);
• Servizi Sociali con i loro uffici;
• Guardia Medica (Continuità Assistenziale) la notte e i prefestivi/festivi;
• Postazione del 118;
• Ambulatorio infermieristico;
• Distretto (direzione e uffici);
• Unità Speciale di Continuità Assistenziale (USCA).

Poliambulatorio di Via Goito:
• Sportelli amministrativi
• Medicina Legale, Vaccinazioni e specialistica ambulatoriale.


Per qualunque dubbio l’utenza è invitata a chiamare il numero di telefono 0173/316.856, ore 9-13 e 13.30–16.00, dal lunedì al sabato; mandare una mail all’indirizzo urp@aslcn2.it.

Andrea Olimpi

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium