/ Curiosità

Curiosità | 09 luglio 2020, 09:02

Il volo parte, ma l'orsacchiotto resta in sala d'attesa: a Caselle scatta l'appello sui social

Un post su Facebook ha alimentato la ricerca del piccolo viaggiatore che ha dimenticato il giocattolo prima del decollo: ed è subito una pioggia di like e commenti

Il volo parte, ma l'orsacchiotto resta in sala d'attesa: a Caselle scatta l'appello sui social

Forse la fretta dell'ultima chiamata, forse l'emozione per il viaggio, forse i controlli e le verifiche necessarie in un periodo come questo. Quale che sia la spiegazione, ieri un "passeggero" è rimasto in sala d'aspetto all'aeroporto di Torino Caselle. Non un passeggero in carne e ossa, ma piuttosto in pezza e imbottitura: un orsacchiotto, insomma. Che non ha dato segni di lamentela o impazienza. Ha atteso a lungo sul sedile in cui era stato lasciato che il suo piccolo amico umano tornasse a prenderlo.

Il suo piccolo amico, però, ormai era sull'aereo che lo stava portando a destinazione. Allora è stato il personale dell'aeroporto a prendersi cura di lui, affidando ai propri canali social un appello per chi l'avesse dimenticato lì, con tanto di foto "segnaletica".

"Questo è un messaggio per il piccolo viaggiatore che ha dimenticato questo orsetto seduto sulle poltrone dell'area imbarchi di #TorinoAirport: il tuo piccolo amico è al sicuro insieme a noi e ti aspetta al tuo ritorno!". Aggiungendo l'hashtag #riabbracciaTeddy.

Un'iniziativa che ha subito raccolto like e apprezzamenti. Anche una prima segnalazione da parte di chi, lavorando proprio allo scalo ai controlli di sicurezza, un'idea su chi possa essere il proprietario ce l'ha.

Ma non manca la solita ironia che nei social si muove con agilità: "Venerdì abbiamo un volo per Catania nel pomeriggio. Posso adottare la stessa tecnica e dimenticare su una poltrona mia moglie ??? Domenica sera rientro e prometto che passo a riprenderla", propone un viaggiatore.

Massimiliano Sciullo

MoreVideo: le immagini della giornata

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium