/ Agricoltura

Agricoltura | 10 luglio 2020, 14:45

Inail, in Piemonte oltre 10 milioni di euro per la sicurezza nelle piccole aziende agricole

Pubblicato il nuovo avviso Isi Agricoltura 2019-2020 che incentiva l’acquisto o il noleggio con patto di acquisto di trattori e macchinari sicuri e meno inquinanti: dal prossimo 15 luglio si possono presentare le domande attraverso l’apposita procedura online

Foto generica

Foto generica

Con il nuovo avviso pubblico Isi Agricoltura 2019-2020 l’Inail mette a disposizione  del Piemonte oltre 10 milioni di euro a fondo perduto - 65 a livello nazionale - per il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nelle micro e piccole imprese del settore agricolo. Lo stanziamento è così suddiviso: più di 8.800.000 euro per la generalità delle imprese agricole e oltre 1.400.000 euro destinati ai giovani agricoltori, organizzati anche in forma societaria.

La notizia arriva a un mese e mezzo dall’emanazione del decreto Rilancio, che all’articolo 95 ha previsto la revoca del bando Isi 2019, destinando i fondi stanziati per i primi quattro dei suoi cinque assi di finanziamento alla promozione di interventi straordinari per il contrasto del nuovo Coronavirus nei luoghi di lavoro.

Questo bando assicura la continuità di un’iniziativa di prevenzione di cui la nostra regione sente fortemente l’esigenza in un momento determinante per il riavvio del settore” commenta il direttore regionale dell’Inail Piemonte, Giovanni Asaro. “Nel 2018 infatti, in Piemonte, sono pervenute quasi 1.000 domande per accedere alle risorse stanziate per il quinto asse di finanziamento, quello agricolo, solo per 232 è stato possibile assicurare il finanziamento, circa un quarto, di cui 27 destinate ai progetti per i giovani agricoltori. L’Istituto - prosegue Asaro – promuovendo l’acquisto o il noleggio con patto di acquisto di trattori e macchinari moderni, sicuri e meno inquinanti, sostiene un settore caratterizzato da rischi con conseguenze gravi per i lavoratori, molti dei quali derivano da un parco macchine obsoleto”.

I criteri del nuovo avviso ricalcano quelli previsti dal bando Isi 2019, con riferimento alle iniziative dedicate all’agricoltura.

Il contributo in conto capitale per ogni progetto ammesso al finanziamento, calcolato sulle spese sostenute al netto dell’Iva, è pari al 40% per la generalità delle imprese agricole e al 50% per i giovani agricoltori, tra un minimo di mille e un massimo di 60mila euro, ed è cumulabile con i benefici concessi per far fronte all’emergenza sanitaria ed economica da Covid-19.      

Per facilitare ulteriormente la partecipazione delle imprese è stata introdotta una semplificazione procedurale: con questo bando sarà infatti possibile sperimentare la compilazione online del modulo di perizia asseverata.

Il nuovo avviso pubblico conferma, inoltre, la soluzione, adottata a partire dall’edizione 2017 del bando Isi, che prevede la redistribuzione delle risorse economiche rimaste inutilizzate nella fase di assegnazione, azzerando quasi totalmente i residui dovuti alla differenza tra i fondi stanziati e quelli effettivamente assegnati alle aziende.

La presentazione delle domande di accesso ai finanziamenti avverrà, a partire dal 15 luglio 2020, in modalità telematica, attraverso una procedura “valutativa a sportello” articolata in tre fasi, le cui date sono pubblicate sul portale dell’Istituto.

comunicato stampa

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium