/ Attualità

Attualità | 10 luglio 2020, 10:35

Biodigestore di Borgo San Dalmazzo: studio di fattibilità pronto per la gara europea

Ieri (9 luglio) l'assemblea ordinaria dei soci che hanno anche deciso di chiedere una revisione delle tempistiche per accedere agli incentivi sul biometano

Un rendering fotografico dell'impianto - foto: sito ACSR

Un rendering fotografico dell'impianto - foto: sito ACSR

I soci di ACSR, riunitisi ieri (giovedì 9 luglio) in videoconferenza dalla sala consigliare del Comune di Cuneo per l'assemblea ordinaria, non hanno dubbi: lo studio di fattibilità del progetto di riqualificazione tecnologica dell'impianto di compostaggio di Borgo San Dalmazzo, il cosiddetto "biodigestore" - sottoposto a verifica di Valutazione di Impatto Ambientale nell'autunno dell'anno scorso - è pronto per essere posto a base di gara europea.

Questo, a soli tre giorni di distanza da quando il comitato "No biodigestore a Borgo San Dalmazzo" ha consegnato al Comune il risultato della propria campagna di raccolta firme - 2200 circa - , antagonista all'operazione di ACSR.

Non solo. L'assemblea ha anche deliberato all'unanimità di "prendere atto del lavoro effettuato e deferire l’avvio delle procedure di pubblicazione della gara aperta europea in attesa che prossimi provvedimenti legislativi determinino una proroga del termine per l’entrata in esercizio degli impianti di produzione di biometano ai fini dell’accesso agli incentivi ex Decreto Ministeriale 12 marzo 2018 - si legge nel comunicato stampa ufficiale diramato oggi (10 luglio) da ACSR - , oppure prevedano eventuali riduzioni delle tempistiche necessarie per gli iter di gara autorizzativi, autorizzando il Consiglio di amministrazione a procedere nel caso in cui ci sia evidenza del rispetto delle tempistiche stesse e delle ulteriori condizioni economiche".

Ad oggi le tempistiche previste per avviare la produzione di biometano sono di almeno 32 mesi, troppo pochi per poter accedere agli incentivi, la cui scadenza è fissata al 31 dicembre 2022. Serve, insomma, la proroga.

Oltre a ospitare l'assemblea ACSR, la sala consiliare del municipio di Cuneo (sempre ieri) ha visto anche l'incontro tra le Giunte del capoluogo e di Borgo San Dalmazzo, riunitesi per parlare di obiettivi e sviluppo comuni. Tra le tante prospettive anche quella del biodigestore, progetto che l'amministrazione del capoluogo ha sempre sostenuto nel corso dei mesi.

redazione

MoreVideo: le immagini della giornata

Загрузка...

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium