/ Economia

Economia | 15 luglio 2020, 09:35

Cento grammi di pane nero: la nuova autobiografia di Letizia Rocchi

Un libro denso di storia ed emozioni, carico di tutto ciò che caratterizza la biografia di una giovinetta nella prima metà del secolo passato.

Cento grammi di pane nero: la nuova autobiografia di Letizia Rocchi

È una sorpresa piacevole apprende novità e notizie dall’editoria: sapere che dopo il lockdown e la crisi generale del settore vi è ancora chi scrive romanzi capaci di far sognare e catturare i lettori è un forte segnale.

Specialmente se ci si trova innanzi a volumi come Cento grammi di pane nero, l'autobiografia di Letizia Rocchi, già nota al pubblico per i suoi racconti e le sue fiabe.

È comprensibile, dunque, l’entusiasmo con cui il libro è stato recepito da coloro che l’hanno letto. Un libro denso di storia ed emozioni, carico di tutto ciò che caratterizza la biografia di una giovinetta nella prima metà del secolo passato.

Una vita densa di tutte quelle piccole cose che distinguono le prime fasi dell’adolescenza, sullo sfondo di una Roma nel pieno furore del periodo fascista e sul punto di essere trascinata all’interno di uno degli scontri più sanguinosi del Novecento: la Seconda Guerra Mondiale.

Il libro sarà presentato il 17 Luglio a Vallerano (VT) in P.zza dell’Oratorio, alle ore 18:30.

Letizia Rocchi: un senso artistico istintivo, che nasce dal profondo

Attualmente vive in Svizzera, Letizia Rocchi, autrice di Cento grammi di pane nero. Una donna piena di energie che, nonostante le tante vicissitudini, ha comunque trovato il coraggio e la forza di inseguire i propri sogni e dare realtà alle proprie aspirazioni.

Autodidatta in tutte le discipline artistiche che l’hanno interessata, dalla scultura alla pittura alla narrativa, Letizia Rocchi ha mostrato di possedere un innato talento per le parole.

Se prima d’ora, infatti, il pubblico la conosceva per i propri racconti brevi e le fiabe, una maggiore notorietà l’ha raggiunta ora, alla veneranda età di 93 anni.

Ipovedente ma dal grande coraggio, con Cento grammi di pane nero ha creato un libro denso della magia che caratterizza i pensieri e i ricordi di una persona anziana che ripensa alla sua vita. Uno spaccato ricco di dettagli incredibili, un vero e proprio squarcio sulla vita di una ragazzina di Roma agli inizi degli anni ’30.

100 grammi di pane nero: un romanzo più che un’autobiografia

Così è stato definito da coloro che hanno avuto il piacere di poterlo leggere. “Questa biografia che ho letto come un romanzo”, si legge in uno dei commenti, testimone della particolare voce narrante della Rocchi.

Pur affrontando temi della propria vita privata l’autrice riesce a trovare una dimensione espressiva unica, che non grava pesantemente sul lettore ma che lo accompagna attraverso una storia di gioia e sofferenza.

Il prof. Luigi Cimarra commenta così il racconto: «Nelle riflessioni non risulta mai banale o scontata: in una parola sente ciò che scrive, senza retorica e senza impressionismi [...] Questa è la caratteristica propria di chi sa scrivere con un suo stile personale.»

Un racconto che l’autrice stessa afferma essere nato dalla necessità della parola. L’emergere di ricordi del passato in maniera vivida per una scrittrice significa una sola cosa: raccontarli, e farlo con tutta sé stessa.



Google News Ricevi le nostre ultime notizie da Google News SEGUICI

Ti potrebbero interessare anche:

Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore|Premium